Legislative : Unione Pupulare , « A Corsica fora » !

VUOI CHE CORSICA OGGI CONTINUI A ESISTERE? SOSTIENICI CON 1,84€/MESE

 

Finite l’elezzione presidenziale e l’investitura ufficiale di u Presidente di a Republica, eccu che l’affacanu l’elezzione legislative di ghjugnu prossimu. Sta seguita di vutazione si deve à u Guvernu di manca di Lionel Jospin (1997-2002) chi hà vulsutu scambià u ciclu di è duie elezzione per evità a cuabitazione cume quella di è presidenze di Mitterand e di Chirac. In cor di mandatura Mitterand ,è legislative avìanu duie volte datu a maggiurità à a dritta, e sottu à Chirac c’era statu una maggiurità di manca incù u sucialistu Jospin cume Prima Ministru. So parechji à pensà chellu hè statu ùn sbagliu st’inversione di u calendaru di l’elezzione, dopu a messa in opera di u quinquennatu per u presidente di a republica. Sta vicinanza di è duie elezzione hà permessu di cunfirmà à l’Assemblea Naziunale a maggiurità nata da è presidenziale, e fà che u lucatariu di l’Elysée guvernessi in pace. Eccu che Jean Luc Melanchon u capu di l’Unione Pupulare, chi, ramintemu la, hà fattu quasi 22 pc di i voti à a presidenziale, s’hè messu in testa di scambià stu ciclu maggiuritariu, per trasfurmà è legislative in terzu giru di è presidenziale, adubrendu una strategia d’unione di e forze di manca( Eculugisti, Cummunisti, Sucialisti)sottu a bandera di l’Unione Pupulare chellu cunduce.

U scopu di Melenchon ghje di vince ste legislative e diventà Prima Ministru. Una cuabitazione chi priverebbe Macron di maggiurità. Ùn scopu difficilissimu ma u primu passu, quellu di l’Unione, ghje statu francatu dopu ghjorni e ghjorni di discussione e di cuntrasti. E forze di manca si so intese nanta ùn prugramma di forte primura suciale e chi rompe incù u liberalismu macrunistu. Sè per certi st’unione custituisce a « salvezza di à manca frencese » per d’altri ghje « una radicalisazione di a manca ». E difficultà so nate in particulare à u partitu sucialistu, chi ghje statu ùn partitu di guvernu, più rifurmistu che rivuluziunariu, più sucial-demucraticu che sucialistu. Situazione chi l’anu fattu quasi smarì di u paisaggiu puliticu frencese in raccuglientu solu 1,75pc di i voti à e presidenziale. E l’unione incù Melenchon ghje a sola suluzione per avè qualchi deputati. Ancu sè 62 pc di u cunsigliu naziunale di u PS hà vutatu à favore , st’unione ùn piace à tutti, e qualchi « pianete » di u partitu anu sbattutu à porta cume l’anzianu prima Ministru di Hollande ,Cazeneuve. « Chelli si andessinu, è cose saranu cusi più chiare » hà dettu una rispunsevule di u partitu eculugistu. Si sà chi digià Macron hà riguaratu une poche di persunnalità di u partitu sucialistu cume Manuel Valls l’anzianu Prima Ministru, chi dopu à so scunfitta in Spagna per piglià a municipalità di Barcelona (ghje di origine catalana), si riface una salute pulitica in Francia. Ghje statu investitu cume candidatu deputatu macrunistu.

A Manca s’hè adunita, ma u partitu di Macron,ellu, hà scambiatu di nome. Oramai ùn camina più ma rinasce. «  La republique en Marche »,( a republica in marchja), diventa « Renaissance » (Rinascita). Stu rinascimentu Macrunistu ùn puderebbe esse che un’illusione pulitica in ‘avendu cume realità che à so semantica. U prugramma di Macron chi, ramintemu lu, ùn ghje statu appruvatu che da 28pc di i frencesi (resultati di u primu giru di è presidenziale), ùn ghje tantu sfarente di quellu prupostu à l’elezzione di 2017. U veru risorgimentu serebbe purtatu piutostu per l’Unione Pupulare chi prupone indè u so prugramma una Sesta Republica nova e più demucratica.

L’Unione Pupulare sè ùn guarantisce a vittoria à colpu sicuru permetterà un’uppusizione di manca più forte. Ma jean Luc Melenchon hè fiducciosu : vole vince !

A CORSICA DA CANTU
Sè l’Unione, NUPES (Nova Unione Pupulare Ecologica e Suciale), s’hè fatta in Francia metrupulitana, a Corsica e i territorii d’oltre mare ne so stati esclusi. Cume mai sta particularità di mette ste regione da cantu ? In corsica nùnda ùn si passa cume in’altrò. Ùn c’hè che quì che i naziunalisti so à u putere lucale, ùn c’hè che quì che l’eculugisti e una parte di i sucialisti e di a dritta sustenne nu i stessi naziunalisti (à a Municipalità di Bastia in particulare). Per pruvà di spiegà sta situazione bisogn’à ramintà l’elezzione municipale di u 2014 in Bastia chi hà sbrimbatu i partiti tradiziunali e tracciatu a strada di Simeoni versu a Culletività Territuriale. Tandu i naziunalisti, una parte di i radicali , di i sucialisti e a dritta s’aduniscenu à Simeoni per caccià fora u merre di Bastia, Zuccarelli, radicale di manca assuciatu à i cummunisti. I dissidenti sucialisti e radicali facìanu parte di à Municipalità diretta da Zuccarelli ma une poche di litiche avìanu rottu a maggiurità municipale. Simeoni hè dunque elettu merre incù l’aiutu di sti radicali , sucialisti e di a dritta. Sè i radicali partenu di st’unione zoppa, dopu à sei mesi, l’altri si sò laparati à u scogliu Simeoni. In 2020 raggiunti da l’eculugisti. Una municipalità sustituita da Petru Savelli dopu à l’ elezzione di Simeoni à a presidenza di u Cunsigliu Esecutivu in 2015. St’alleanza ùn s’hè duplicata à l’Assemblea di Corsica induvè l’independendisti in 2015 si sò vestuti à a moda Simeoni, spugliati di a stessa moda à l’elezzione territuriale di u 2021. À è presidenziale ognunu hà vutatu per u so partitu, e Simeoni un’hà lampatu nisuna chjama di sustegnu à qualunque. À è legislative è cose cambianu, in tutti casi indè u circondu bastiacciu. L’eculugisti e i sucialisti ùn presenteranu nisùn candidati sustenendu di fatti i candidati simeunisti, à u cuntrariu di i cummunisti chi averanu i soi. Di fronte à sta situazione e discussione per un’unione pupulare in corsica so belle che spente, ancu sè u partitu di Melenchon LFI (La France insoumise), puterebbe presentà candidati in particulare in Corsica Suttana. E poi c’hè ùn’altru fattu chi ,cumplicheghja a situazione : ghje che u partitu di Melenchon s’hè dettu à favore di l’autunumìa, allora che i cummunisti corsi un’accusentenu tantu. Si dice che i candidati simeunisti averebbenu cuntati incù u partitu di Melenchon, «  l’aghju avutu à u telefonu durente a campagna eletturale » mi dicìa, in sugelu di cunfessione, unu di quessi. Di fronte à tuttu què si puterebbe allora cunclude che i candidati di Melenchon puterebbenu esse, sottu sottu, i simeunisti ? I quasi 33000 elettori di manca corsi serebbenu cusì privati di candidati d’unione. Ma si sà a Corsica ùn conta tantu indè stu « risorgimentu » vulsutu da l’unione pupulare in Francia, perche in Corsica a vittoria à ste legislative si scrive piutostu versu i naziunalisti . E perciò che «  a Corsica fora » di l’Unione Pupulare un’ostacula tantu .


Petruluigi Alessandri

 

 

 

Petru Luigi Alessandri

Giornalista radiofonico di RCFM, si occupa tra l'altro anche della trasmissione Mediterradio, che mette in contatto gli ascoltatori di Corsica, Sardegna, Sicilia, e occasionalmente Malta e altre terre mediterranee. Per Corsica Oggi scrive in lingua corsa o, in traduzione, in italiano.

VUOI CHE CORSICA OGGI CONTINUI A ESISTERE? SOSTIENICI CON 1,84€/MESE

A proposito di Petru Luigi Alessandri

Giornalista radiofonico di RCFM, si occupa tra l'altro anche della trasmissione Mediterradio, che mette in contatto gli ascoltatori di Corsica, Sardegna, Sicilia, e occasionalmente Malta e altre terre mediterranee. Per Corsica Oggi scrive in lingua corsa o, in traduzione, in italiano.

Vedi tutti gli articoli di Petru Luigi Alessandri →