Mozione all’Assemblea di Corsica perché l’isola sia “ponte naturale tra Francia e Italia” nel trattato tra i due Paesi

Il consigliere territoriale e vice presidente dell’Assemblea di Corsica Hyacinthe Vanni di Femu a Corsica ha chiesto l’iscrizione della Corsica nel futuro trattato d’amicizia italo-francese noto come Trattato del Quirinale. Ecco le motivazioni:

  • La Corsica è situata nell’aerea tirrenica.
  • Essa è stata sotto dominio dei romani, pisani, Santa Sede e genovese e ha avuto stretti legami con le città-stato italiane.
  • La lingua corsa è una lingua romanza dell’area italica.
  • L’Italia moderna è una Paese fondatore dell’Unione Europea, l’ottava potenza economica mondiale e lo sviluppo degli scambi commerciali riguarda anche la Corsica.
  • Il Governo italiano e quello francese stanno attualmente negoziando un trattato d’amicizia chiamato “Trattato del Quirinale

Il testo promosso da Vanni inoltre parla della collocazione della Corsica come “isola-montagna, ponte naturale tra la Francia e l’Italia” e chiede:

  • Lo sviluppo della lingua corsa come fattore di inserimento sociale e vettore di sviluppo economico verso l’Italia.
  • Lo sviluppo di partenariati economici pubblici e privati còrsi verso l’Italia
  • Lo sviluppo di collegamenti e trasporti verso l’Italia
  • Lo sviluppo di scambi culturali, artistici, letterari e di cooperazione nel settore audiovisivo tra la Corsica e l’Italia
  • Lo sviluppo di collaborazioni scientifiche e universitarie tra la Corsica e l’Italia.

Ecco il testo completo della mozione che verrà sottoposta all’Assemblea di Corsica a questo link o qui sotto:

60Motion-déposée-par-Hyacinthe-Vanni-relative-à-linscription-de-la-Corse-dans-le-futur-traité-du-Quirinal-scellant-lamitié-franco-italienne-1