Corsica Azote Industrie: la prima azienda produttrice di azoto liquido dell’isola

Dotare l’isola di una tecnologia all’avanguardia, di cui la NASA è una delle uniche a livello mondiale? Il progetto potrebbe sembrare completamente pazzo, eppure. Attraverso il duro lavoro e la disponibilità, i due uomini d’affari e soci, Patrick Sarrazin e Jean-Paul Pieri, sono ora sulla strada per renderlo realtà.

Con la loro compagnia situata nella zona di Ajaccio e chiamata Corsica Nitrogen Industry, si stanno preparando a lanciare la prima produzione e la distribuzione locale di azoto liquido, stabilendo sull’isola un’attività innovativa e senza precedenti.

“Ho lavorato nel settore dell’estetica e del benessere per molti anni e ho iniziato a interessarmi a questo progetto per le applicazioni cosmetiche e terapeutiche dell’azoto liquido”, afferma Sarrazin. Più di due anni fa, riconosco di essere stato un po ‘leggero negli occhi di alcune persone, ma con l’aiuto di contatti e sforzi, il progetto ha preso forma e convinto “.

Visto l’aspetto “tecnico” da Jean-Paul Pieri, un elettricista di professione e specializzato in attrezzature industriali, il contraente dovrà prima chiudere l’azienda Cryo Manufacturing, leader francese nella crioterapia tutto il corpo, dal punto di vista installare singole cabine in Corsica. “Abbiamo poi avuto scambi regolari con la società di Grenoble Absolut System, attraverso la sua controllata AFCryo, specializzata nello sviluppo e nella produzione di refrigeratori criogenici industriali per bassa e media potenza”, aggiunge Jean-Paul Pieri.

“Un primo a livello europeo”

In collaborazione con la Nuova Zelanda, l’azienda francese ha infatti sviluppato unità di produzione delocalizzata e innovativa, per raffreddare e liquefare i vari gas dell’aria. “Al momento, nel mondo sono presenti solo quattro unità di questo tipo, una delle quali è utilizzata dalla NASA, specificare i due partner, quello che installeremo in Corsica sarà l’unico presente in Europa.”

Una vera prodezza tecnologica che ha necessariamente un costo, il progetto dell’ordine di 350.000 euro è stato in parte finanziato dal Crédit Agricole de la Corse e dal Cadec. “Il processo è sembrato immediatamente interessante, in quanto il progetto è allo stesso tempo innovativo e molto utile”, ha affermato Alex Vinciguerra, presidente di Cadec, “producendo questo gas sul sito e quindi archiviandolo con i processi. inedito, questo settore e le sue molteplici applicazioni rappresentano un nuovo asse di sviluppo economico per la Corsica “.

Attualmente, l’isola dipende in effetti dalle principali compagnie del gas situate nel continente, in particolare Linde o Air Liquide, per la fornitura di azoto liquido. “Il mercato locale non è abbastanza grande, il fluido criogenico viene inviato in Corsica in piccole quantità, il che lo rende raro ed estremamente costoso, sottolineano Patrick Sarrazin e Jean-Paul Pieri. In un tale contesto e con tali vincoli, Non è stato quindi possibile sviluppare applicazioni di crioterapia, che erano in pieno sviluppo a livello internazionale, o anche per soddisfare altre esigenze industriali, mediche o alimentari, alle quali la creazione di una catena di produzione locale potrebbe soluzioni concrete. ”

Varie applicazioni, la più nota delle quali è la crioterapia di tutto il corpo che, esponendo il corpo al freddo estremo (da -110 ° C a -140 ° C), per 1-3 minuti in una cabina individuale e condizioni mediche rigorose, consente per trattare determinati dolori, ferite e patologie (reumatologia, neurologia, dermatologia, traumatologia …), promuovendo nel contempo il recupero fisico degli atleti.

“L’azoto liquido può essere utilizzato anche in agricoltura, per la conservazione di sementi da allevamento, cure veterinarie, l’inertizzazione di serbatoi di stoccaggio in viticoltura, ma anche in alimenti, cucina molecolare e tunnel. raffreddamento, congelamento e conservazione, oltre che nel campo tecnologico, dove tratta parti meccaniche, superfici e protegge dagli incendi “, spiegano i responsabili della Corsica Azote Industrie.

Tanti potenziali sbocchi, tra gli altri, per questo nuovo settore che è sicuramente pieno di promesse. E il cui sviluppo è, ovviamente, solo all’inizio.

Contatti :

Facebook : CorsicaAzoteIndustrie

E-Mail : [email protected]

Indirizzo : Chemins des Culetta – Mezzavia – 20167 Ajaccio 

Tel : 06 62 00 77 17

Fonte: Corse Matin