Il 5 maggio riconosciuto dal Calcio nazionale

L’associazione delle vittime della tragedia di Furiani del 5 maggio 1992 ha incontrato ieri il segretario di Stato agli Sport, Thierry Braillard.

Il segretario ha fatto una serie di proposte, accettate dalla delegazione còrsa, le quali però non comprendono la “sacralizzazione” del 5 maggio con la sospensione globale e permanente di tutti i match in quella data. E la presidentessa dell’associazione, Josepha Guidicelli, annuncia che continuerà a battersi per questo obiettivo.

I riconoscimenti ottenuti ieri sono comunque importanti.

Il 5 maggio viene riconosciuto come la più grande tragedia del calcio francese. Quel giorno, nel 2016, verrà posta nei locali del ministero dello sport una targa commemorativa e da quel momento annualmente la tragedia sarà ricordata su tutti i campi del territorio nazionale prima delle partite professionistiche con un minuto di silenzio, applausi o con una fascia nera al braccio. Se il 5 maggio sarà di sabato, non verranno organizzate partite.

——-

Fonte: Corsenetinfos.fr