Match non proprio amichevole tra Cagliari e GFCA: finisce in rissa

Il caldo estivo deve aver infuocato gli animi dei giocatori di Cagliari e GFCA, in trasferta da Ajaccio alla Sardegna.

La partita di calcio amichevole giocata ieri allo stadio Bruno Nespoli di Olbia tra il Gazélec e i Sardi, è stata infatti sospesa all’80° minuto a causa di una rissa che ha coinvolto i giocatori di entrambe le formazioni.

Il match era già stato interrotto una decina di minuti prima, a causa di un black out all’impianto elettrico dello stadio che aveva causato lo spegnimento dei riflettori.

Il brutto episodio nel finale fissa il risultato sull’1-1, vantaggio del Cagliari con Farias al 24° del primo tempo e pareggio còrso un minuto dopo con Younga. Purtroppo già nel 2010 i giocatori cagliaritani avevano concluso prima del tempo un’amichevole contro una squadra còrsa causa rissa, quella volta contro il Bastia.

Anche nella precedente amichevole del 28 luglio scorso al Sant’Elia di Cagliari c’era stata una situazione simile per lo spegnimento di alcuni riflettori. A Cagliari la gara era poi ripresa normalmente, ieri sera a Olbia è accaduto lo stesso, ma poi la bagarre i in campo tra giocatori ha convinto l’arbitro Pairetto a mandare tutti anzitempo negli spogliatoi.

Purtroppo in un periodo in cui le istituzioni stanno cercando di costruire ponti e rapporti tra le due isole, il comportamento di alcuni sembra andare nella direzione opposta.