Amichevoli italiane, un pareggio e una vittoria per il Bastia

Lo Sporting Bastia rientra dalla trasferta estiva in Italia con un pareggio e una vittoria.

Il 28 luglio la squadra turchina ha affrontato il Bari. L’amichevole con la squadra pugliese termina con un pareggio 1-1. Davanti al pubblico di casa (7280 spettatori sugli spalti), i biancorossi italiani vengono raggiunti nei minuti di recupero dopo essere passati in vantaggio grazie a un’autorete dell’algerino Jebbour a 10′ dalla fine; di Mabolou in pieno recupero, la rete del pareggio dei còrsi.

Bari in campo con il 4-3-3: Guarna tra i pali, in difesa Sabelli, Tonucci, Contini e Gemiti; mediana con Romizi, Donati e Gomelt e tridente d’attacco con De Luca, Caputo, Sansone. Ritmi bassi in un incontro estivo che vive soprattutto di fiammate improvvise: qualche buono spunto da parte degli sguscianti Sansone e De Luca, pericoloso soprattutto in contropiede il Bastia. La prima frazione tuttavia termina a reti bianche.

Nella ripresa Nicola manda in campo Boateng, Defendi e Gentsoglu per Caputo, Donati e Gomelt. Dopo 7′ di gioco è Sansone a provarci con un bel sinistro, ma il suo pallone termina di poco a lato della porta difesa da Leca. L’attaccante dopo qualche minuto lascia il posto a Galano a tra gli applausi. Al quarto d’ora della ripresa Guarna ha un gran riflesso su Ayté. Sembra entrato con il piglio giusto Galano che cerca la porta in un paio di occasioni senza però trovare la via del gol. Altra serie di cambi da entrambe le parti e ritmo spezzettato. All’80° il Bari passa improvvisamente in vantaggio: un traversone verso il centro del neo-entrato Di Noia viene deviato nella propria porta da Jebbour per l’1-0 dei galletti. A questo punto pare che sia finita, e invece la formazione còrsa trova il gol del pari: svarione difensivo di Salviato (subentrato a Gemiti), ne approfitta Mabolou che batte Guarna fissando il risultato sul definitivo 1-1.

Il 1° agosto i bastiesi risalgono la penisola fino al Friuli Venezia-Giulia, per affrontare l’Udinese.

Allo stadio Teghil di Lignano Sabbiadoro l’Udinese schiera un 3-5-2: Karnezis; Piris, Danilo, Domizzi; Widmer, Bruno Fernandes, Iturra, Kone, Edenilson; Di Natale, D. Zapata. In panchina: Romo, Scuffet, Badu, Pinzi, Neuton, Merkel, Thereau, Guilherme, Aguirre, Perica, Hallberg, Pasquale, Faraoni Allenatore: Stefano Colantuono Bastia (4-3-3): Leca; Djiku, Squillaci, Modesto, Palmieri; Fofana, Cahuzac, Diallo; Kamano, Brandao, Ayité In panchina: Vincensini, Danic, Coulibaly, Peybernes, Marange, Maboulou, Jebbour Allenatore: Ghislain Printant.

Inizio molto difficile per la formazione italiana. Il Bastia colpisce due volte nel giro di cinque minuti: al 9′ è il brasiliano Brandao (ex Marsiglia) a portare in vantaggio la squadra còrsa, che al 14′ raddoppia grazie alla rete del togolese Floyd Ayité.

Poco dopo la mezz’ora e precisamente al 32′ minuto di gioco i blu realizzano anche il terzo gol. A segno l’attaccante classe 1996 François Kamano. Dopo il repentino uno-due del Bastia nei primi minuti l’Udinese ha provato a reagire confezionando qualche azione interessante, ma i bastiesi sono stati cinici nel raffreddare le speranze con la terza rete.

Lo sporting appare più avanti dal punto di vista della condizione fisica e i bianconeri italiani soffrono. I friulani tornano in campo nella ripresa con sei sostituzioni. Sono entrati in campo Badu, Guilherme, Pasquale, Pinzi, Aguirre e Thereau al posto di Widmer, Iturra, Bruno, Zapata, Kone e Di Natale. All’inizio della ripresa proprio uno dei nuovi, Guilherme, prende la barriera su una punizione battuta da posizione molto invitante. Al minuto 62 poi Colantuono inserisce Romo al posto di Karnezis in porta. Appena un minuto dopo l’Udinese sfiora il gol del tre a uno, colpo di testa di Domizzi e prontissimo il portiere avversario in estensione. Al minuto 65 è però il Bastia a sfiorare la quarta rete, è bravissimo Romo a dire no a Brandao già autore della prima rete.

L’ingresso in campo di Guilherme ha spostato gli equilibri con il centrocampista friulano che sfiora il gol su punizione. Il suo tiro a giro da lontano viene deviato oltre la traversa da un ottimo tuffo del portiere dei francesi Leca. Al momento la gara rimane ferma sul tre a zero per il Bastia.

Nel finale si scatena Aguirre che era entrato all’inizio della ripresa mettendo in seria difficoltà da subito il portiere del Bastia. Al minuto 88 arriva la sua prima rete su punizione, sorprendendo l’estermo difensore sul suo palo. Il secondo gol arriva al minuto 92 grazie a un colpo sull’assist perfetto che gli serve Edenilson. Le due reti di Aguirre però non bastano dato che la squadra di Stefano Colantuono doveva recuperare il pesante passivo di tre a zero, tre gol subiti tutti nel primo tempo. Termina quindi 3-2 per il Bastia la partita amichevole contro l’Udinese.

I turchini tornano nell’isola con due prestazioni nel complesso convincenti, anche se parecchio lavoro resta da fare in vista dell’inizio della stagione.