Oggi e domani commemorazioni e raccoglimento per i trent’anni della tragedia di Furiani

Nessuno può o vuole dimenticare il 5 maggio 1992. Il “populu turchinu” aspettava allora l’inizio della semifinale di Coppa di Francia tra lo Sporting Club di Bastia e l’Olimpico di Marsiglia. I tifosi di tutte l’età, arrivati da ogni luogo della Corsica, si ritrovano nello stadio Armand Cesari. Una tribuna supplementare è stata implementata per ospitare i numerosi tifosi. Poi, alle ore 20.23, la tribuna cade.

Morirono 18 persone, 2357 sono state ferite; tantissime famiglie vivono da trent’anni con il doloroso ricordo di quella tragedia.

Le commemorazioni proseguono questa settimana, particolarmente oggi e domani. Quest’anno le cose hanno una simbolica particolare: oltre al fatto che sono passati trent’anni dalla tragedia, è la prima volta che il 5 maggio viene ufficialmente “sacralizzato”. La decisione di fare di quel giorno un momento dedicato alla memoria delle vittime, senza partita di livello nazionale giocata nell’intera Francia, è stata ratificata dallo Senato solamente nello scorso mese d’ottobre. La fine di una lunga battaglia portata dalle famiglie, comitati di sostegno, associazioni e anche tifoserie di squadre come Saint-Étienne che hanno sempre chiesto lo rispetto di quello dovere di memoria.

Al momento in cui è scritto quest’articolo, squadre di giovanili giocano sullo stadio di Furiani, fine alle ore 16. Poi viene ritrasmesso il cortometraggio “5 mai 1992”. Realizzato da Corinne Mattei, quel film di 26 minuti è un testimonio potente e sincero della tragedia. Infine, si gioca alle ore 18 una partita tra lo Sporting Club di Bastia del 1992 contro la “Squadra di u Ricordu” composta da ex-giocatori di Bastia e di Marsiglia. Domani 5 maggio alle ore 16 è previsto un raccoglimento davanti alla stele di Furiani, seguitato (ore 18) da una messa presso la cattedrale Santa Maria di Bastia. Nei giorni successivi si può anche attendere ad una ripresentazione teatrale (Teatro di Bastia, 6 maggio, ore 20.30) o una conferenza “dal traumatismo di Furiani alla memoria collettiva di oggi” (Centro Una Volta, 7 maggio, ore 10.30).

Su richiesta dei suoi tifosi, l’Olimpico di Marsiglia renderà omaggio alle vittime domani 5 maggio, in occasione della sua partita di UEFA Conference League contro lo Feyenoord Rotterdam. Verrà osservato un minuto di silenzio nello Stadio Vélodrome e i giocatori marsigliesi porteranno una fascia nera.

Fonte: Collectif des victimes de la catastrophe de Furiani du 5 mai 1992