Il 58° Rally di Corsica ritorna nell’isola dopo cinque anni

Dopo un’assenza di 5 anni e un esilio in Alsazia lo storico Rally di Corsica ritorna nell’isola, dopo una mobilitazione per far tornare il Rally nella terra natale grazie anche all’Assemblea della Corsica che ha voluto di il ritorno di questo vero e prorpio “monumento sportivo”, infatti la prima edizione si tenne nel lontano 1958 e venne vinta dalle belghe Gilbert Thirion e Nadège Ferrier a bordo di una Renault Dauphine spéciale.

La Federazione Francese degli Sport Automobilisti (FFSA) ha deciso quindi di sostenere anche finanziaremente il ritorno del Rally, che sarà anche inserito nel calendario della Federazione Internazionale dell’Automobile (FIA) come 11° rally del Campionato Mondiale 2015. La FFSA ha scritto questo comunicato ufficiale:

La Federazione Francese degli Sport Automoblistici accoglie con favore la decisione dell’Assemblea della Colletività Territoriale della Corsica, che si era pronunciata il 5 febbraio 2015 per il ritorno del Campionato del Mondo Rally FIA in Corsica, contribuendo anche con un sostegno finanziario. 

Inoltre daranno il loro contributo alla riuscita della manifestazione il Comitato Regionale degli Sport Aumobilistici Corso e i cinque associazioni automobilistiche còrse, l’ASACC Tour de Corse di Ajaccio, l’ASA Bastiaise di Biguglia (Alta Corsica), l’ASA Corsica di Tavaco (Corsica del Sud), l’ASA Restonica di Corte e l’ASA Terre de Corse di Porto Vecchio.

L’ex pilota di rally Michèle Mouton e attuale capo della Commissione Rally WRC , nel suo libro “Finché ci sono i piloti” pubblicato qualche anno fa aveva scritto che i còrsi non meritavano questo (la mancanza del Rally ndr) e dovevano mantenere viva la speranza di farlo tornare nell’isola, in seguito a questa buona notizia del ritorno del Rally nell’isola nel 2015 ha affermato: “Sono felice di tornare a Corsica e soprattutto che il test trova un rango che il suo. L’eredità dello sport automoblisco francese è infatti qui in Corsica, tra Monte Carlo e la Corsica. Quindi, andare in Corsica è un ritorno alle origini. Ho appena finito il giro del percorso del Rally e, come ho sempre detto, la Corsica è una terra da rally. Allla FIA, siamo entusiasti di tornare e cerchiamo di garantire che tutto vada per il meglio. Il percorso non è cambiato troppo però alcune strade sono state migliorate, ma nel complesso, è sempre molto interessante il fatto che uno non restiamo in un solo dipartimento. Qui troveremo il vero, autentico Rally di Corsica che girerà ovunque.

Il 58° Rally di Corsica 2015 si svolgerà dal 1° al 4 ottobre e sarà lungo circa 900 km con quattro provechilometrate (9 prove speciali) inserite nei primi tre giorni, la prova più corta sarà lunga 29 km e la più lunga 45 km.

1° ottobre – Test obbligatorio a Corte e cerimonia di partenza ad Ajaccio che sarà anche in diretta televisiva su Eurosport.

2 ottobre – Giornata suddivisa in tre prove, la prima dal Liamone a  Sarrola-Carcopino, poi ritrovo all’aeroporto di Corte, la seconda da Casamozza a Morosaglia e la terza nel Bozio da Francardo a Feo; La giornata si concluderà con il ritorno a Bastia.

3 ottobre – Il terzo giorno prevede un ritorno in Castagniccia per le due prime prove e l’ultima prova della giornata sarà da Muracciole a Sorba, con serata a Porto Vecchio.

4 ottobre – L’ultima giornata sarà con le prove da Muratello a Livia (prima prova), poi da Aullena a I Martini (seconda prova) e dopo il raggruppamento a Propriano l’ultima prova sarà da Bisinao a Agosta Plage di Grosseto-Prugna.

——–

Fonte: Corse Net Infos

Maggiori informazioni sul sito ufficiale e sulla pagina ufficiale Facebook del Rally

Alcune informazioni in italiano si trovano qui

Andrea Meloni

Di origini sarde e calabresi ma genovese di nascita, laureato in scienze geografiche presso l'Università di Genova nel 2013 e socio della sezione Liguria dell'AIIG (associazione Italiana insegnanti di geografia), risiede nell'Appennino Ligure in val Borbera, una valle piemontese ma da sempre legata alla confinante Liguria e da agosto 2015 è redattore di Corsica Oggi. Collabora da marzo 2016 con la società cartografica geo4map di Novara, nata da una costola di DeAgostini e da giugno 2017 con il quotidiano genovese Il Secolo XIX. Adora viaggiare ed è innamorato della Corsica.

Avatar

A proposito di Andrea Meloni

Di origini sarde e calabresi ma genovese di nascita, laureato in scienze geografiche presso l'Università di Genova nel 2013 e socio della sezione Liguria dell'AIIG (associazione Italiana insegnanti di geografia), risiede nell'Appennino Ligure in val Borbera, una valle piemontese ma da sempre legata alla confinante Liguria e da agosto 2015 è redattore di Corsica Oggi. Collabora da marzo 2016 con la società cartografica geo4map di Novara, nata da una costola di DeAgostini e da giugno 2017 con il quotidiano genovese Il Secolo XIX. Adora viaggiare ed è innamorato della Corsica.

Vedi tutti gli articoli di Andrea Meloni →