La Collettività della Corsica prevede di trasportare 70.000 rifiuti all’anno sulla terraferma

Il Syvadec ha lanciato un bando di gara per il trasporto di rifiuti verso la terraferma, è prevista l’esportazione di 70.000 tonnellate all’anno. Ma il finanziamento di questa soluzione precaria e costosa non è ancora assicurato.

Il trasferimento da Teghime a Bastia viene effettuato ogni giorno da un camion all’altro. I rifiuti domestici che vengono portati lì vengono scaricati e immagazzinati e vengono riportati nei camion pesanti nelle discariche della Corsica.

Nel 2019, parte dei rifiuti dell’isola sarà ora trasportata verso la terraferma. Il risultato del bando di gara lanciato da Syvadec è stato annunciato il 7 dicembre. Una chiamata per un mercato controverso che è stato fatto a discrezione.

Sulla pagina web del Syvadec, le informazioni non sono state pubblicate. Bisogna andare in un sito specializzato per trovarle. Il suo contenuto è in poche righe. Saranno trasportati in balle al massimo in tre a quattro anni per un totale di 70.000 tonnellate all’anno. Ma rimane una domanda: il costo.

Solo certezze: sarà alto. “Avvieremo negoziati con la Collettività della Corsica e lo Stato per l’assunzione di questi costi e questi costi aggiuntivi. L’obiettivo è non incidere sull’utenza, altrimenti non saremo in grado di implementare il trattamento sulla terraferma e avremmo una situazione catastrofica “, afferma François Tatti, presidente del Syvadec.

Quattro centri selezionati

Il presidente del Syvadec e l’ufficio dell’unione mista che sceglieranno le compagnie di trasporto. A settembre, avevano scelto i siti di trattamento e il suo costo: 108 euro a tonnellata.

Sono stati selezionati quattro centri. Oggi sappiamo che 28.000 tonnellate di rifiuti lasceranno Bastia e 42.000 tonnellate di Ajaccio per raggiungere Marsiglia in nave. Le balle di rifiuti percorreranno fino a 750 chilometri per essere seppelliti o inceneriti. Sono questi ritardi della strada a guidare il conto e potrebbero anche ostacolare il piano della Collettività della Corsica.

Il trasferimento di rifiuti verso il continente dovrebbe iniziare nel primo trimestre del 2019.

Fonte: France 3 Corse Via Stella

Andrea Meloni

Nato a Genova nel 1986, laureato in Scienze Geografiche nel 2013. Ha collaborato nel 2016 e 2017 con la Geo4Map (ex DeAgostini) di Novara, nel 2018 ha scritto alcuni articoli sul Secolo XIX. Insegna dal 2018 Geografia nelle scuole superiori a Genova, è socio dell'Associazione Italiana Insegnanti di Geografia (AIIG) e abita nell'Appennino Ligure al confine tra Piemonte e Liguria. Ama anche la storia e ama la Corsica dal 2010 e ha visitato due volte l'isola.

Andrea Meloni

A proposito di Andrea Meloni

Nato a Genova nel 1986, laureato in Scienze Geografiche nel 2013. Ha collaborato nel 2016 e 2017 con la Geo4Map (ex DeAgostini) di Novara, nel 2018 ha scritto alcuni articoli sul Secolo XIX. Insegna dal 2018 Geografia nelle scuole superiori a Genova, è socio dell'Associazione Italiana Insegnanti di Geografia (AIIG) e abita nell'Appennino Ligure al confine tra Piemonte e Liguria. Ama anche la storia e ama la Corsica dal 2010 e ha visitato due volte l'isola.

Vedi tutti gli articoli di Andrea Meloni →