È morto Edmond Simeoni

È morto oggi ad Ajaccio, all’età di 84 anni, Edmond Simeoni, padre dell’attuale presidente dell’Esecutivo di Corsica Gilles, e protagonista dei fatti di Aleria del 1975 che diedero vita al moderno movimento nazionalista còrso. Malato da tempo, si è spento oggi poco dopo le 14 presso l’ospedale del capoluogo.

Medico, umanista, è stato fino all’ultimo militante per una vera autonomia dell’isola nell’ambito della Repubblica francese.

Edmond Simeoni nacque a Corte nel 1934, medico e fondatore, nel 1967, del Action régionaliste corse ribatezzata nel 1973 Azzione per a rinascita di a Corsica. Venne stato incarcerato dopo la condanna a cinque anni di prigione dalla corte di sicurezza dello Stato per l’occupazione, nel 1976, di una cantina ad Aleria (Alta Corsica) i cui proprietari di pieds noirs furono accusati di appropriazione indebita (i cosiddetti Fatti di Aleria).
 
Nel 1981 e nel 1987 venne eletto con il suo movimento autonomista Unione di u Populu Corsu all’Assemblea della Corsica (confluito nel 2002 nel nuovo partito Partitu di a Nazione Corsa con segreatrio Jean-Christophe Angelini).
 
Nel 1983 venne anche eletto consigliere municipale a Bastia, nel 1987 fondò il collettivo antirazzista Ava Basta (Ora Basta), nel 1991 si dimise dall’Assemblea della Corsica per alcune divergenze con il FLNC.
 
Nel 2003 venne rieletto per l’ultima volta con Unione Naziunale all’Assemblea della Corsica e dal 2011 militò attivmante per Femu a Corsica.
 
Il fratello Max Simeoni è stato europarlamentare dal 1989 al 1994, mentre il figlio Gilles Simeoni, uno dei quattro avvocati di Yvan Colonna durante il processo a seguito dell’assassinio del prefetto Claude Érignac avvenuto ad Ajaccio nel 1998 è presidente del Consiglio esecutivo della Corsica dal 2015 ed è stato sindaco di Bastia.
Proprio in occasione della storica vittoria dei Nazionalisti alle Territoriali del 2015, Edmond tenne questo discorso davanti alla folla a Bastia.

 

Lascia un grande vuoto nel cuore di tanti Corsi e verrà certamente ricordato come uno dei personaggi più importanti della storia recente della Corsica.

 


Fonte: FR3 Corse ViaStella