Incidente nell’impianto di trattamento delle Sanguinarie ad Ajaccio: 8 persone intossicate

Un incidente su una cisterna di cloro si è verificato mercoledì alla fine della mattinata nella stazione di depurazione della strada delle Sanguinarie ad Ajaccio a seguito di una denotazione.
Il traffico è stato interrotto e un servizio di emergenza ha istituito un perimetro di sicurezza.
Ai residenti è stato chiesto di rimanere confinati negli edifici. Anche i bambini della scuola Residence des Iles e gli studenti dell’EREA era stato chiesto di rimanere dentro la scuola.
Otto persone sono state avvelenate e prese in carico dal SAMU.
Il Centro operativo dipartimentale è stato attivato dal Prefetto.

A seguito di un incidente in una cisterna di cloro presso l’impianto di trattamento delle Sanguinarie di Ajaccio, durante il quale 8 persone sono state avvelenate e prese in carico da vigili del fuoco e dai medici della SAMU, la Prefettura della Regione comunica:

Un incidente in una cisterna di cloro si è verificato alla fine della mattinata alla stazione di depurazione della strada delle Sanguinarie.

Il traffico viene interrotto e un servizio di emergenza ha istituito un perimetro di sicurezza.
Ai residenti viene chiesto di rimanere confinati negli edifici. Anche i bambini della scuola Residence des Iles e gli studenti dell’EREA sono confinati all’interno della scuola.
Otto persone sono state avvelenate e prese in carico dal SAMU.
Il Centro operativo dipartimentale è stato attivato dal Prefetto.
Osservare rigorosamente le istruzioni della polizia
Evitare la zona per facilitare il lavoro dei servizi di emergenza

Questo giovedì mattina, a seguito dell’incidente verificatosi nell’impianto di trattamento delle acque delle Sanguinarie, il sindaco di Ajaccio Laurent Marcangeli ha approvato una regolamento comunale che vieta “Tutte le attività di balneazione e di pesca in una zona che va dalla spiaggia di Parata a la spiaggia di Saint-François “.
Il rischio di scarico delle acque reflue in mare, a causa dell’incidente nell’impianto di trattamento delle acque, era all’origine della decisione del sindaco di Ajaccio.

Giovedì alle 17 la prefettura della Corsica ci informa che stamattina sono stati prelevati dei campioni in mare in diversi punti tra la spiaggia di San François e la Terre Sacrée.

I valori registrati con un metodo di analisi rapida sono tutti al di sotto del limite autorizzato per il bagno. Questi risultati devono essere confermati entro 48 ore in laboratorio.

Tuttavia, dato il tempo necessario per riavviare la stazione e le nuove analisi che saranno fatte, decreto municipale che vieta il nuoto e la pesca nei 300 m della Punta della Parata a St. François e il decreto del La prefettura marittima del Mediterraneo che vieta le immersioni subacquee nella stessa area viene mantenuta fino all’inizio della prossima settimana.

Secondo Jean-Louis Saluzzo, comandante delle operazioni di soccorso, “l’origine dell’incidente è dovuta a una miscela di prodotti non compatibili [cloro e cloruro ferrico] che ha provocato una detonazione e il rilascio di una nuvola carica di cloro. ”

La strada delle Sanguinarie è stata bloccata per parte della giornata dall’incrocio tra Boulevard Madame Mère e Albert 1er. Le misure di contenimento totale, istituite al momento dei fatti, furono revocate nel tardo pomeriggio e il perimetro di sicurezza ridotto a 200 metri dalla prefettura. Un’operazione di pompaggio era ancora in corso a nel pomeriggio del 18.

Otto persone sono state soccorse dal SAMU presente sul posto, tra cui tre agenti della Kyrnolia, l’operatore di acqua e servizi igienico-sanitari dell’agglomerato. Alcune persone sono state portate all’ospedale di Ajaccio. Altre 15 persone sono andate in ospedale, irritate per le mucose ma non intossicate. Nessuna persona in pericolo di vita.

La stazione di depurazione delle Sanguinarie nel comune di Ajaccio

Fonte: France 3 Corse Via Stella e Corse Net Infos