Autonomia: le discussioni riprenderanno “dopo le elezioni legislative”

L’incontro tra i rappresentanti còrsi e lo Stato, inizialmente previsto ad aprile e rinviato per causa di violenti scontri durante manifestazioni sull’isola, è sempre in attesa di una nuova data. La relativa calma osservata in Corsica nelle ultime settimane, aggiunto al rinnovo di Gerald Darmanin al posto di Ministro dell’interno suggeriscono che sono riunite le condizioni di una ripresa del dialogo.

In un comunicato trasmesso all’AFP (Agence France Presse), il ministero dichiara che le negoziazioni tra la Corsica e Parigi avranno luogo “dopo le elezioni legislative”. Senza fornire ulteriori dettagli. Si ricorda che il primo turno è previsto il 12 di giugno, il secondo il 19. E poco dire che i risultati che saranno ottenuti dai candidati nazionalisti nelle quattro circoscrizioni della Corsica avranno un effetto sui dibatti, almeno come un segno forte di legittimità.

Ricordiamo che quel dialogo tra i rappresentanti còrsi e Parigi deve definire i contorni di una evoluzione istituzionale dell’isola. Se “l’autonomia non è tabù” per il Ministro dell’interno, è sempre difficile immaginare quale saranno i cambiamenti ottenibili. Saranno all’altezza delle richieste di una parte significativa dei còrsi? Un inizio di risposta quest’estate.

Fonte: Corse Net Infos