La Comunità dell’Agglomerato di Bastia si impegna nella lotta contro le violenze sulle donne

Il 19 dicembre prossimo, il Consiglio intercomunale di sicurezza e di prevenzione della delinquenza della CAB si riunirà con altri attori locali per discuttere in matere di violenza contro le donne e delle misure da intraprendere.
Nel corso della riunione saranno definiti gli orientamenti comunitari in vista della firma, all’inizio del 2020, di un contratto locale sulle violenze coniugali, sessiste e sessuali.

In Francia, ogni anno 225.000 donne sono vittime di violenza domestica. Una donna muore ogni due giorni. Tali violenze rappresentano uno dei motivi principali per adire le forze di sicurezza. A livello della Corsica, negli ultimi dieci anni sono stati commessi 8 femminicidi. In Alta Corsica, le violenze intrafamiliari rappresentano il 27% delle violenze commesse. Queste ripetute violenze hanno richiesto una forte risposta da parte dei poteri pubblici e dei partner interessati. Il 3 settembre 2019, il primo Grenelle (stati generali) contro la violenza è stato lanciato a livello nazionale. Questo si concluso ieri, lunedì 25 novembre 2019, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

Questa Grenelle ha fissato l’obiettivo di assumere impegni concreti e collettivi volti a lottare sempre più efficacemente contro le violenze domestiche, privilegiando tre orientamenti: prevenire, proteggere e farsi carico, punire per proteggere meglio.

Risultati immagini per lutte contre violences femmes corse

Grenelle ha inoltre sottolineato l’importanza di dare a questi orientamenti una declinazione operativa a livello dei territori e con gli attori locali interessati a partire da contratti locali sulle violenze coniugali, sessiste e sessuali. Favorendo lo scambio di informazioni e uno stretto partenariato tra la Procura, le forze dell’ordine, gli operatori sanitari e sociali e i rappresentanti eletti a livello locale, questi contratti dovranno creare le condizioni di una rete operativa che permetterà di individuare il più a monte possibile le donne vittime di violenze in seno alla coppia e di migliorare la loro assistenza.

Organismi locali di prevenzione della criminalità, quali i consigli intercomunali di sicurezza e di prevenzione della delinquenza (CISPD) hanno consentito in altri territori di migliorare l’assistenza alle vittime e un coordinamento più efficace dei mezzi lungo tutto il percorso della vittima. Esercitando la sua competenza, Prevenzione della Delinquenza e secondo una decisione unanime dell’Ufficio di presidenza in data 4 novembre 2019, la Comunità di Agglomerato di Bastia (CAB) ha anch’essa avviato un’iniziativa nell’ambito di tale argomento.

A questo titolo, il 19 dicembre 2019, il CISPD si riunirà in un gruppo di lavoro «Violenze» che coinvolgerà tutti gli attori (servizi prefettili, pubblici ministeri, servizi di polizia e di soccorso, eletti comunitari, dei comuni e associazioni). Tale riunione darà luogo a: la presentazione dei dati del territorio comunitario; scambi di esperienze; la definizione di orientamenti in vista della firma, all’inizio del 2020, di un contratto locale sulle violenze coniugali, sessisti e sessuali.

Risultati immagini per lutte contre violences femmes corse

 

Fonte:  Corse Net Infos