Il Decreto del 30 novembre 1789 sanciva l’annessione definitiva della Corsica alla Francia

Il decreto di riunione della Corsica alla Francia fu l’ultimo atto dell’annessione francese verso l’isola del Mediterraneo, e avvenne il 30 novembre 1789.

Dal trattato di Versailles del 1768 l’isola era un possesso reale e ormai la situazione era anacronistica, l’occasione per l’annessione definitiva arrivò con i Cahier de doléances di Bastia e Ajaccio che chiedevano l’annessione definitiva dell’isola al Regno di Francia.

La Corsica era rappresentata da sei deputati all’Assemblea nazionale costituente creata il 20 giugno 1789 che si era da poco trasferita da Versailles a Parigi e aveva 1145 membri divisi tra i rappresentanti dei tre stati che erano clero, nobiltà e Terzo stato.

I quattro deputati corsi erano:

I deputati corsi volevano tutti l’ennessione e quindi venne emesso il seguente decreto dall’Assemblea nazionale:

L’île de Corse est déclarée partie de l’empire français ; ses habitants seront régis par la même constitution que les autres Français, et dès à présent le roi est supplié d’y faire parvenir et publier tous les décrets de l’Assemblée nationale.”

Lisola della Corsica è dichiarata parte dell’impero francese; i suoi abitanti saranno regolati dalla stessa costituzione come gli altri Francesi, e ora il re li pregarono di inviare e pubblicare tutte le decisioni dell’Assemblea nazionale.”

Il decreto quindi venne votato all’unanimità il 30 novembre 1789, poi re Luigi XVI firmò l’assenso reale e le lettere patenti del gennaio 1790 anche se dal 22 dicembre 1789 la Corsica era stata divisa nei due diaprtimenti del Golo e LIamone che diventarono effettivi il 4 marzo 1790: ormai l’isola era stata annessa alla Francia.

 

Auguste Couder, Versailles, 5 maggio 1789, apertura degli Stati Generali

 

Luigi XVI di Francia che firmò il decreto di annessione e le lettere patenti, venne deposto nel 1792 e ghigliottinato nel 1793.

 

Fonte: Wikipedia

Andrea Meloni

Di origini sarde e calabresi ma genovese di nascita, laureato in scienze geografiche presso l'Università di Genova nel 2013 e socio della sezione Liguria dell'AIIG (associazione Italiana insegnanti di geografia), risiede nell'Appennino Ligure in val Borbera, una valle piemontese ma da sempre legata alla confinante Liguria e da agosto 2015 è redattore di Corsica Oggi. Collabora da marzo 2016 con la società cartografica geo4map di Novara, nata da una costola di DeAgostini e da giugno 2017 con il quotidiano genovese Il Secolo XIX. Adora viaggiare ed è innamorato della Corsica.