Fistivale di u Filmu Talianu di Bastia: una 36a edizione à u fiminile
3 mins read

Fistivale di u Filmu Talianu di Bastia: una 36a edizione à u fiminile

A trentaseiesima edizione du Fistivale di u Filmu Talianu di Bastia si svolgerà da u 3 fin’à u 18 di ferraghju 2024. Cundutta da u so presidente Jean-Baptiste Croce è da una squadra di benevulenti appassiunati, ‘ssa nova immersione bastiaccia ind’u core di a cinematografia taliana ci prupone 20 filmi. 18 di quelli u sò mai stati diffonditi in Francia.

A programmazione hè cumposta da 6 catigurìe. Nant’à u latu di a cumpetizione (“Compétition”), ritruveremu “Nata per te” di Fabio Mollo, “La Bella Estate” di Laura Luchetti, “Quando” di Walter Veltroni, “Il Signore delle Formiche” di Gianni Amelio, “Anna” di Marco Amenta è infine, “Come Pecore in Mezzo ai Lupi” di Lyda Patitucci.

Mentre che i nustalgichi averanu a pussibilità di (ri)vede “Una Giornata Particolare” di Ettore Scola ind’è a catigurìa “Cine Memoria”, i ghjuvanotti appruffiteranu di dui disegni animati. Da parte soia, a catigurìa ghjustamente chjamata “Panorama” c’invita à scopre “Grazie Ragazzi” di Riccardo Milani, “I Peggiori Giorni” d’Edoardo Leo è Massimiliano Bruno, “Stranizza d’Amuri” di Giuseppe Fiorello è po dinù “Il Più Bel Secolo della mia Vita” di Alessandro Bardani. U tradiziunale umaghju di u fistivale và a girà i so prughjettori nant’à Pierfrancesco Favino, cù e prughjizzione di dui filmi : “Commandante” è “Adagio”.

C’è tantu da scopre cù u Fistivale di u Filmu Talianu di Bastia, sopratuttu cù a catigurìa L’Italia à u Fiminile (“L’Italie au Féminin”) chì ci prupone quattru filmi chì vannu à mette in luce à cundizione di a donna attraversu u tempu. Ritruveremu “C’è Ancora Domani” di Paola Cortellesi, “La Nuova Donna” di Lea Todorov, “L’Ordine del Tempo” di Liliana Cavani, è “Prima Donna” di Marta Savina. Aldilà di ‘ssa catagurìa di filmi, a “toccata” fiminile di u fistivale si ritrova ind’è a ghjuria, cundutta quest’annu da l’attalintata Parizia Gattaceca. Sarà accumpagnata da Marie-Flora Sammarcelli (presidenta di u Fistivale di u Filmu di Lama), Christophe di Caro (incaricatu cù l’insignamentu di a filusufia ind’è l’Università di Corti) è Carlo Baldacci-Carli (scinarista, produttore è scrivaniu tuscanu). E pò un ci vole à scurdassi chì l’animazione in mùsica per l’apertura di fistivale sarà cundutta da duie donne: Emmanuelle Marini (piano) è Sandrine Luigi (chitarra) intarpritaranu pezzi di mùsica di Ennio Morricone o dinù Nino Rota. Un viaghju musicale previstu u 3 di ferraghju, à partesi da le 8 di sera ind’è u teatru l’Alb’Oru.

I filmi pruposti quest’annu da u fistivale bastiacciu saranu trasmessi ind’è i cinema “Le Régent” è “Le Studio”, è dinù ind’è u teatru l’Alb’Oru. Quel’ultimu rimpiazza u teatru municipale, micca dispunìbile per via d’opere di rinnuvazione. A capacità d’accolta si trova ridutta; tandu l’urganizzatori anu sceltu di stende u fistivale nant’à duie settimane, invece di una sola cume l’anni scorsi.

A trentaseiesima edizione di u Fistivale di u Filmu Talianu du Bastia si svolgerà da u 3 à u 18 di ferraghju. Tutta l’informazione utile (ghjorni, loghi, prezzi, ecc) la putete ritruvà nant’à u situ web di u fistivale.

Immagine : https://www.instagram.com/festivalcinemaitalien

Guillaume Bereni

Di Felce (Castagniccia), è padre di 3 bimbi e lavora sia nell'azienda agricola di famiglia, che produce farina di castagne, sia come redattore freelance, per noi e per altre testate, scrivendo in lingua corsa, francese e italiana.