Cargese celebra la Pasqua ortodossa

Cargese celebrava questo lunedì di Pasqua. Se questa festa non corrisponde a nessun particolare evento religioso, rappresenta dopo la settimana santa di passione e risurrezione di Cristo, il primo giorno di un nuovo tempo di pace e gioia. Un punto culminante in questo villaggio costiero, che celebra ogni anno nella sua chiesa greco-cattolica la gioia della risurrezione di Gesù secondo il rito bizantino.

Cargese ha la particolarità di avere due chiese, una greca e l’altra latina, costruite l’una accanto all’altra e costruite entrambe nel diciannovesimo secolo. Classificato come monumento storico, quello di San Spiridione è l’unica chiesa cattolica di rito greco in Corsica che porta il nome di un vescovo del vescovo cipriota  Spiridione di Trimitonte del IV secolo. La comunità greca è stata fondata dal 1676 dalla fuga della comunità dal Peloponneso.

Questo luedì 22 aprile al termine della Messa in greco celebrata dal vescovo Atanasio Armaos, archimandrita di Cargese arrivato pochi giorni prima da Atene, e presieduta dal vescovo della Corsica Olivier de Germay, tradizionale fuoco delle pistole hanno preceduto la processione. Poi la processione ha iniziato il suo percorso,  otto confraternite di tutta la Corsica in testa con striscioni e stendardi Sant’Antonio Abate di Piana, San Spiridione di Cargese, San Ruchellu e San Erasmu di  Ajaccio, Padre Albini di Vico, e altre tre dell’Alta Corsica, tra cui Marignana.

La processione è arrivata fino al promontorio a picco sul mare e dopo un momento di preghiera davanti alla croce di Cargese. Il vescovo di Corsica ha esposto l’icona sacra della colonia greca ai quattro punti cardinali.
I fedeli sono poi ritornati alla chiesa di San Spiridione sotto le note dei canti religiosi e delle preghiere sacre in lingua greca.

La Pasqua ortodossa a Cargese nel 2017

Fonte: Corse Net Infos

 

Andrea Meloni

Nato a Genova nel 1986, laureato in Scienze Geografiche nel 2013. Ha collaborato nel 2016 e 2017 con la Geo4Map (ex DeAgostini) di Novara, nel 2018 ha scritto alcuni articoli sul Secolo XIX. Insegna dal 2018 Geografia nelle scuole superiori a Genova, è socio dell'Associazione Italiana Insegnanti di Geografia (AIIG) e abita nell'Appennino Ligure al confine tra Piemonte e Liguria. Ama anche la storia e ama la Corsica dal 2010 e ha visitato due volte l'isola.

Andrea Meloni

A proposito di Andrea Meloni

Nato a Genova nel 1986, laureato in Scienze Geografiche nel 2013. Ha collaborato nel 2016 e 2017 con la Geo4Map (ex DeAgostini) di Novara, nel 2018 ha scritto alcuni articoli sul Secolo XIX. Insegna dal 2018 Geografia nelle scuole superiori a Genova, è socio dell'Associazione Italiana Insegnanti di Geografia (AIIG) e abita nell'Appennino Ligure al confine tra Piemonte e Liguria. Ama anche la storia e ama la Corsica dal 2010 e ha visitato due volte l'isola.

Vedi tutti gli articoli di Andrea Meloni →