A Milano incontri sul tema Europa delle regioni: il 26 ottobre si parla di Corsica

 

A Milano un ciclo di conferenze che si terranno tra il 5 e il 26 ottobre, ogni venerdì a partire dalle 18.00, approfondirà una “regione” europea, la sua storia e la sua attualità politica. Primo appuntamento dedicato alla situazione in Catalogna, raccontata da Gianluca Marchi, giornalista, direttore di ‘Dialogo euroregionalista’ e già direttore de ‘La Padania’ (quotidiano indipendentista del partito politico della Lega), il ‘Giornale d’Italia’ e ‘l’Opinione’.

Questo ciclo di appuntamenti è stato fortemente voluto dal Presidente del Municipio 4 di Milano, Paolo Guido Bassi, che l’ha intitolato ‘Focus sull’Europa delle Regioni’. Luogo degli incontri l’aula consiliare di via Oglio 18. Gli incontri sono organizzati dal centro studi Dialogo a titolo gratuito.

Ecco il programma completo:

5 ottobre – Bobby Sands, Martire d’Irlanda. Relatore, Pierluigi Spagnolo, giornalista e scrittore. Autore di numerosi libri, fra i quali ‘Nel nome di Bobby Sands. Il combattente per la libertà. Una storia irlandese’.

12 ottobre – Scozia, nel dopo Brexit ci sarà un secondo referendum? Relatrice: Paola Bonnesu, analista politica.
19 ottobre – Dopo la fine di Eta, quale futuro per Euskal Herria? Relatore: Angelo Miotto, direttore di QCode, giornalista, già caporedattore di PeaceReporter e redattore di Radio Popolare.

Chiude il ciclo, il 26 ottobre, la nostra isola, con la conferenza dal titolo: Corsica, storia e attualità dell’isola di Pasquale Paoli.

Il relatore sarà  Alberto Schiatti, redazione di Dialogo Euroregionalista.

La Corsica torna così sotto i riflettori in Lombardia, dopo che l’associazione Terra Insubre l’aveva messa al centro di un suo incontro a Varese lo scorso anno. La stessa associazione supporta anche questo appuntamento del 26 ottobre.

Le identità locali e regionali sono più che mai in fermento, in un’Unione europea in forte crisi d’identità, con sovranismi nazionali che tornano con forza, e alla vigilia delle elezioni dell’europarlamento che arriveranno nella primavera del 2019.