A Scala Santa di Bastia

Ogni 12 maghju si festighjeghja in Corsica, San Pancraziu, o San Brancà.  A festa maiò si passa in piaghja di u Castellà di Casinca à circa 30 chilometri di Bastìa. Indè una di e più anziane basiliche rumanesche di Corsica (XImu seculu) sò cunservate e reliquie di u santu martire, purtate da Roma indè a metà di u novecentu da u consule Limperani. E reliquie sò purtate in prucessiò da e donne scarze. Tempi fà, una messa speziale, à l’albora, accuglìa i banditi chi venìanu à onorà u so santu patrone.

5

1Ma a ceremonia a più particulare di u ghjornu di San Pancraziu, ghjè quella di a Scala Santa, chì si trova indè a chjesuccia di a Madonna Santissima di Munserà nant’à  l’alture di Bastìa, à fiancu di u Monte Pignu, piatta indè u verde di a macchja è di i pini marittimi.

In stu picculu paradisu, l’uratoriu custruìtu grazia à a generosità di u Padre Don Lorenzo Lucciana in 1816, pussede u privilegiu di a Scala Santa, cume a cappella lateranese di Roma.

Sta Scala di 28 scalini simbulu di quella che Gesù hà salitu per andà à sente a so cundanna à u pretoriu di Pilate. Ghjè u Papa Chiaramonti, Piu VII, chì hà cuncessu stu privilegiu eccezziunale di a Scala Santa per ringrazià i Bastiacci di l’accogliu generosu fattu à i preti rumani esiliati da Napuleone.

E cusì che ogni 12 maghju per San Brancà, si colla à ghjinocchji a Scala Santa preghendu secondu à a tradizione di a lira sacra è dicendu  àd’ ogni scalinu :

Santa Madre questo fate
Che le piaghe del Signore
Siano impresse nel mio cuore.

 

—–
Articulu di: Petru Luigi Alessandri

About Petru Luigi Alessandri

Giornalista radiofonico di RCFM, si occupa tra l'altro anche della trasmissione Mediterradio, che mette in contatto gli ascoltatori di Corsica, Sardegna, Sicilia, e occasionalmente Malta e altre terre mediterranee. Per Corsica Oggi scrive in lingua corsa o, in traduzione, in italiano.

View all posts by Petru Luigi Alessandri →

One Comment on “A Scala Santa di Bastia”

Comments are closed.