Il progetto In.Vi.Tra fra Corsica, Liguria, Toscana e Sardegna è partito

Incubatore Virtuale Transfrontaliero: questo il significato della sigla IN.VI.TRA. Un progetto che ieri a Bastia è stato lanciato nella sua fase operativa. Lo scopo è promuovere le start-up, le cooperative e le aziende, nell’ambito nautico e della costruzione navale, del turismo, delle biotecnologie e delle energie rinnovabili blu e verdi.

Finanziato nel quadro del Programma Interreg Italia – Francia Marittimo per il periodo 2014-2020, IN.VI.TRA coinvolge attori pubblici e privati importanti come l’ADEC in Corsica, in Liguria Unioncamere Liguria (capofila) e ATENA Centro Servizi, in Toscana Unisco Toscana Link srl, in Sardegna la Camera di Commercio di Nuoro e l’Agenzia Regionale Confcooperative per lo Sviluppo in Sardegna, ancora in Corsica Varo (Petra Patrimonia Corsica e CDE Petra Patrimonia).

 

Con un budget di 1,2 milioni di euro, il progetto sviluppa una strategia transfrontaliera per supportare queste aziende.

L’investimento maggiore è proprio nell’incubatore, che offrirà strutture, supporto e servizi alle aziende coinvolte nel progetto.

Ieri a Bastia è stata lanciata la fase operativa, seguita a una prima fase di studio nei vari territori. Dunque è stata lanciata la piattaforma virtuale che, sul modello delle reti sociali diffuse su Internet, metterà in contatto tra loro gli imprenditori coinvolti.

Un bel progetto che porterà, speriamo, sviluppo economico e nuovi contatti tra questi territori, storicamente molto legati tra loro.


Fonte: ADEC

One Comment on “Il progetto In.Vi.Tra fra Corsica, Liguria, Toscana e Sardegna è partito”

  1. Mi auguro che questo splendido progetto venga interamente gestito (parte finanziaria inclusa) dalle autorità corse e non da quelle italiane..

Comments are closed.