Il presidente dell’Ajaccio Léon Luciani sospeso per due anni dalla LFP

Riunita questo mercoledì, il Comitato disciplinare della Ligue de Football Professionnel ha imposto una pesante pena a Léon Luciani, presidente dell’Ajaccio per “comportamento violento nei confronti del corpo arbitrale”. Fatti avvenuti il 4 dicembre alla fine dell’incontro ACA-Nancy (1-1).

La sanzione sembra particolarmente pesante per Léon Luciani, presidente dell’ACA. Quest’ultimo è stato sospeso per due anni dal comitato disciplinare della LFP, che si è riunito questo questo mercoledì a Parigi. Già sospeso come misura precauzionale, Léon Luciani, è accusato di “comportamento violento nei confronti del corpo arbitrale” in seguito alla partita ACA-Nancy del 4 dicembre, sarà bandito da “arbitri, guardarobieri e di tutte le funzioni ufficiali dal 5 febbraio. Si è spostato a quindi a Lorient questo venerdì. Non è noto se il presidente ajaccino si appellerà questa decisione.

Léon Luciani fece ha fatto un gesto di sfida verso l’arbitro alla fine della partita. Il presidente ajaccino riconosce un cattivo comportamento. Ma ha detto che non ha mai fatto atti violenti e neanche le accuse di intimidazione che gli vengono rivolte. Si riserva il diritto di ricorrere contro questa sanzione.

Qui si può leggere la decisione della commissione disciplinare della LFP: https://www.lfp.fr/corporate/article/les-decisions-du-30-janvier-2019.htm

Fonte: Corse Net Infos