All’aeroporto di Bastia ricordato lo scrittore e aviatore Antoine de Saint-Exupéry

75 anni fa lo scrittore e aviatore Antoine de Saint-Exupéry scomparve. Festeggia all’alba del 31 luglio 1944 Poretta per l’ultima delle cinque missioni di ricognizione tra la Sardegna e la Corsica con il suo Lockheed P-38 Lightning ma non raggiungerà mai la terraferma. Il relitto è stato trovato solo il 3 settembre 2003 al largo di Marsiglia vicino l’isola di Riou.

Dopo aver scritto queste prime storie, Corriere Sud nel 1929 e Volo di notte nel 1931,  Antoine de Saint-Exupéry si dedicò al giornalismo e ai raid aerei dal 1932. In seguito, ha coperto vari eventi in Vietnam, Mosca e Spagna. Nel 1939 pubblicò un nuovo libro: Terra degli uomini. Quando scoppiò la Seconda guerra mondiale, prestò servizio nell’aeronautica militare in uno squadrone di ricognizione aerea.

Nell’aprile 1943 venne pubblicato in inglese il suo racconto più famoso, Il piccolo principe e poco dopo nell’originale francese, in Italia venne pubblicato nel 1949, da allora il libro è stato tradotto in più di 300 lingue e dialetti diversi, diventando il libro non religioso più tradotto del mondo.

Nella primavera del 1944 compì diverse missioni in Sardegna e Corsica in un’unità responsabile della ricognizione fotografica per lo sbarco della Provenza. Fu durante una delle sue missioni che probabilmente fu ucciso dai tedeschi.

Questo mercoledì 31 luglio 2019, gli ufficiali e i sottufficiali dell’Armée de l’Air in Corsica, il presidente della Camera di commercio e dell’industria di Bastia e  Alta Corsica, i sindaci di Lucciana e Borgo, avevano reso omaggio allo scrittore e aviatore.

Alle 10:00 è stata celebrata una messa in sua memoria nella chiesa di Borgo e si è tenuta una cerimonia di fronte alla Stele eretta in sua memoria di fronte alla sala partenze dell’aeroporto di Bastia Poretta alla presenza della signora Seze, rappresentante della famiglia Saint-Exupéry d’Agay. Dopo che don Jean-Marie Lafitte, della parrocchia di Solenzara, ha benedetto la stele, due bambini hanno letto un estratto del capitolo 8 del libro “Il piccolo principe“, poi un soldato di “Terra degli Uomini“. Il pubblico ha anche potuto ascoltare una dichiarazione sonora di Antoine de Saint-Exupéry che parlava di uno dei suoi libri. Il colonnello Lemonnier, presidente del settore 590 Corse ANORAA (Associazione nazionale degli ufficiali di riserva dell’Armée de l’Air ), ha quindi disegnato un ritratto dello scrittore pilota. Infine sono state messe delle ghirlande in rappresentanza dell’Assemblea della Corsica, dei comuni di Borgo e Lucciana, della prefettura dell’Alta Corsica. Seguì un minuto di silenzio.

Fonte: Corse Net Infos