Voto unanime all’Assemblea della Corsica su una risoluzione sul prezzo dei combustibili e dei beni di prima necessità

La scorsa notte, l’Assemblea della Corsica ha votato all’unanimità una risoluzione sul prezzo dei carburanti e dei prodotti di prima necessità. Le raccomandazioni di questa risoluzione provengono dalla conferenza sociale che si è svolta a partire da dicembre. Dei “Gilet gialli” erano presenti.

Sotto l’occhio vigile dei “Gilet gialli”, la maggioranza e l’opposizione sono d’accordo. In Corsica, il prezzo del carburante e dei beni di consumo è troppo alto. Jean-Guy Talamoni parla di una necessaria “misura di giustizia e uguaglianza”.

Se lo Stato e la distribuzione di massa sono i destinatari della conferenza sociale, François-Xavier Ceccoli, consigliere di “La Corse dans la république” all’Assemblea della Corsica, ritiene che la Collettività debba fare la sua parte. Creando alloggi per studenti a Corte o facendo una tariffa sociale nel trasporto aereo, infatti il prezzo del biglietto aereo per il continente rimane qualcosa di molto costoso, quindi le persone che possono pagare di più possono permettere ad altri di pagare meno fa parte della solidarietà “.

Risoluzione votata all’unanimità

Allargando il dibattito sullo stato fiscale e sociale della Corsica, Petru Anto Tomasi, presidente del gruppo Corsica Libera presso l’Assemblea della Corsica, cita le proposte di un presidente della Repubblica – François Hollande – per discutere la corsizzazione dei posti di lavoro .

Votato all’unanimità, la risoluzione sarà inviata al governo. Una delle disposizioni della risoluzione è la richiesta allo stato, “sotto l’emergenza sociale”, di “sgravi fiscali aumentando l’IVA sui carburanti al 2,1% in combinazione con l’abbandono dell’imposta generale sulle attività inquinanti (TGAP) “.

“Siamo stati particolarmente commossi nel vedere che è stato votato all’unanimità, abbiamo detto, queste persone, alcune le abbiamo messe al potere e oggi ci ascoltano”, testimonia un “Gilet giallo “.

Per quanto riguarda l’ascolto di Emmanuel Macron, per ora nulla è garantito.

Fonte: Assemblea della Corsica