Il vescovo di Ajaccio denuncia le azioni violente commesse nel nome della fede cristiana

VUOI CHE CORSICA OGGI CONTINUI A ESISTERE? SOSTIENICI CON 1,84€/MESE

Il vescovo di Ajaccio, Olivier de Germay in una intervista al quotidiano cattolico La Croix si è scagliato contro le azioni violente fatte nel nome della fede cristiana, dato che qualche giorno fa è stata saccheggiata una sala di preghiera musulmana ad Ajaccio.

“Coloro che commettono atti di violenza in nome della fede cristiana si sbagliano”, ha detto il Vescovo di Ajaccio, aggiungendo che “queste azioni sono incompatibili con la fede.”

Ricordando “che i Corsi sono molto attaccati alla loro identità, di cui è parte la fede cattolica”  il vescovo di Ajaccio inoltre mette in guardia contro l’ambiguità di rivendicazioni culturali che possono portare “ad un certo numero esclusioni “.

“La Chiesa deve proporre luoghi di riflessione per risolvere questi problemi”, ha detto il prelato, “noi dobbiamo anche approfondire il dialogo con i musulmani.”


Venerdì a margine di una manifestazione era stata saccheggiata una sala di preghiera musulmana nel quartiere dei Jardins de l’Empeur ad Ajaccio dove metà della popolazione è immigrata, prevalentemente dalla Tunisia e dal Marocco.

 

———-

Fonte: France 3 Corse Via Stella

VUOI CHE CORSICA OGGI CONTINUI A ESISTERE? SOSTIENICI CON 1,84€/MESE