Valorizzare l’elicriso: studenti di Corte a Milano per l’evento Artigiano in Fiera

È intorno all’associazione Giranduloni che gli studenti in Master della sezione LEA (lingue straniere applicate) dell’Università di Corsica parteciperanno quest’anno all’evento Artigiano in Fiera di Milano.

Ogni anno l’associazione Giranduloni permette agli studenti in Master LEA di immaginare, concepire e avviare un progetto promozionale intorno  aun prodotto còrso. Con lo scopo di portare la comunicazione al livello internazionale. Dopo aver concretizzato l’anno scorso un progetto di valorizzazione di moda còrsa, gli studenti hanno scelto l’elicriso per il 2022. In Corsica questo fiore è stato da anni declinato in tantissimi prodotti, forti di un’immagine di marca internazionalmente riconosciuta.

“Abbiamo scelto di valorizzare prodotti derivati dall’elicriso come saponi, candele, prodotti cosmetici ma anche agroalimentari e bevande” ha dichiarato Anne-Lise Gimenez, addetta stampa dell’associazione, a Corse-Matin. Aggiunge che “c’è anche una produttrice che propone ad esempio una marmellata di pera con un tocco d’elicriso”. C’è la voglia di portare avanti l’innovazione, “alcuni artigiani sono gli unici a proporre certi prodotti” argomenta Camille Cacchiata, vicepresidente di Giranduloni.

Un progetto, un ambito artigianale definito e un posto dove tutto si svolgerà: Milano e suo evento Artigiano in Fiera. Prevista dal 3 al 11 dicembre 2022, già attiva dal 2020 nonostante la crisi sanitaria, la fiera milanese ospiterà produttori provenienti dal mondo intero. Una bella opportunità per gli studenti di avvicinare un grande pubblico per cui è prevista la possibilità di assaggiare vari prodotti. L’evento Artigiano in Fiera sarà soprattutto un’ottima occasione per gli studenti di incontrare professionisti e metterli in relazione con gli artigiani còrsi. Per ora sette produttori còrsi hanno accettato di partecipare a quel progetto; sarà prossimamente organizzato un evento per mettere in contatto gli altri produttori, l’associazione e gli studenti.

Il progetto è preciso, ambizioso. Ora bisogna raccogliere fondi per portarlo a compimento. Feste, competizione carta, vendite di torte sono state organizzate e gli soldi raccolti si aggiungono alle 1000 euro offerti dalla banca Credit Agricole per il premio della Fondazione dell’Università. Per assicurare la riuscita di loro progetto gli studenti cercano finanziatori. “Valorizzare la Corsica non è solo presentarla come un posto dove andare in ferie” dichiara Anne-Lise Gimenez. “Abbiamo un’isola con tante ricchezze e competenze. Per questo vogliamo aiutare i produttori che non hanno una grande visibilità a farsi conoscere aldilà dei nostri confini”.

Tutte le informazioni sull’associazione Giranduloni si possono trovare su Facebook e Twitter.

Fonte: Corse-Matin – Immagine copertina: wikimedia