Turismo, (ri)conquistare l’Italia: il Mediatour France 2022 mette in luce la Corsica

Dopo tanti anni, che hanno visto la Corsica diventare una destinazione turistica quasi secondaria, sia per gli italiani che per gli attori economici còrsi, la tendenza s’inverte.

A lungo superato dai tedeschi nelle cifre del turismo proveniente dall’estero, il pubblico italiano torna a essere (finalmente!) una priorità per l’ATC (Azienda del Turismo per la Corsica) e tutti quelli che hanno capito, la necessità come l’interesse, di girarci verso un popolo vicino geograficamente, legato culturalmente. A questo riguardo, l’organizzazione gli scorsi 26 e 27 gennaio del Mediatour France 2022 doveva essere un nuovo inizio per la Corsica nei suoi rapporti con il turismo italiano.

Organizzato da Atout France Italia, questo evento ibrido (una parte in presenza a Milano il 26 l’altra in linea per le città di Padova, Firenze, Roma, Torino, Napoli e Bologna) era l’opportunità per tutte le regioni francesi di fare loro promozione davanti a numerosi attori del turismo e dei media. Hanno attento a questo evento circa 200 persone: 32 collaboratori, 160 media che hanno concluso 430 appuntamenti, cioè +20% rispetto all’anno scorso.

In questo ambiente positivo per l’intera offerta, la Corsica ha avuto una bella opportunità di fare la sua promozione. Gli attori della destinazione Corsica hanno incontrato 160 giornalisti, 20 influenzatori tra cui persone della RAI, La Stampa, Bell’Europa, In Viaggio… o ancora bloggers massivamente seguitati come FamilyG o Viaggi di Michele.

Secondo l’ATC, i professionisti italiani e media presenti sono stati assai interessati dalle proposte, in particolare quelle rivolte ai periodi pre e post stagione estiva. La crisi sanitaria è ancora viva e forse invita a riflettere sulle opportunità disponibile nelle zone vicine, come la Corsica ovviamente.

C’è sempre e comunque tanto da fare, da immaginare, per fare dell’Italia un primo e solido “compagno” di sviluppo per il turismo in Corsica. Secondo l’ultimo studio dedicato disponibile preso il sito dell’ATC, i turisti italiani in Corsica sono 215 000/anno (28% dei turisti non-francesi); ma per aumentare queste cifre servono accessibilità, competitività in termine di prezzi, ciò che è complicato per una destinazione come la Corsica, confrontata alla concorrenza diretta della Sardegna, della Sicilia e anche delle Baleari. Se il francese non vi fa paura e siete interessati con gli aspetti tecnici, potete trovare cifre e analisi interessante per quanto riguardo il turismo italiano in Corsica e le sue perspettive, sul sito dell’ATC (Cahier du Tourisme n°5).

Fonte: Corsica-pro.com

About Guillaume Bereni

Di Felce (Castagniccia), è padre di 3 bimbi e lavora sia nell'azienda agricola di famiglia, che produce farina di castagne, sia come redattore freelance, per noi e per altre testate, scrivendo in lingua corsa, francese e italiana.

View all posts by Guillaume Bereni →