Territoriali, secondo sondaggio: Simeoni sempre in testa e aumenta il distacco

Sono stati diffusi i risultati del secondo sondaggio commissionato da RCFM e FR3 Corse Via Stella, e realizzato tra il 24 e il 28 novembre da Opinion Way su un campione rappresentativo di 801 persone. A sei giorni dal primo turno delle territoriali (6 dicembre), si conferma in testa il leader nazionalista di Femu a Corsica, Gilles Simeoni, col 19 % delle intenzioni di voto, l’1 % in più rispetto al sondaggio di un mese prima. La sorpresa arriva invece dalla 2^ posizione, con un ex-aequo delle due liste di destra, col 14 % ciascuna: Camille de Rocca Serra perde 2 pointi, José Rossi ne guadagna 2. La lista di Paul Giacobbi guadagna 1 punto percentuale e arriva al 13 %. Il Front national si attesta sull’11 %,perdendo l’1%, vedremo se la visita di Marine Le Pen domenica avrà contribuito ad aumentare la sua quota. Corsica Libera e il Front de Gauche restano rispettivamente all’8 e al 7%. Le altre liste invece sono sotto la soglia del 5%.

Gilles SIMEONI (Femu a Corsica) : 19 %
Camille de Rocca Serra (Rassembler pour la Corse, DVD) : 14 %
José Rossi (Les Républicains-UDI) : 14 %
Paul Giacobbi (Prima a Corsica, DVG) : 13 %
Christophe Canioni (Rassemblement Bleu Marine – FN) : 11 %
Jean-Guy Talamoni (Corsica Libera) : 8 %
Dominique Bucchini (Corsica in cumunu, Front de gauche) : 7 %
Jean Zuccarelli (La Garantie républicaine, PRG) : 4 %
Emmanuelle de Gentili (La Corse qui ose, PS) : 4 %
Jean-Charles Orsucci (La Corse au cœur, DVG) : 4 %
Paul-Félix Benedetti (U Rinnovu) : 1 %
Hyacinthe Santoni (Debout la France, DVD) : 1 %.

Il 16% dei rispondenti al sondaggio non ha espresso intenzioni di voto.
Nota: Il margine d’incertezza su un campione di 800 persone può variare al massimo da 2 a 4 punti.

Il tasso di partecipazione stimato cresce dal 57% espresso il, al 60% il 30 novembre. Una cifra che sarebbe comunque in diminuzione del 2,4% rispetto alle territoriali del 2010.

Il 29% dei rispondenti ha detto che le proprie intenzioni di voto sono state influenzate dagli attentati di Parigi.

Il sondaggio rivela anche che Gilles Simeoni resta saldamente la persona preferita dai Corsi come capo della Collettività territoriale, col 23% dei voti. Un guadagno del 6% in un mese. Camille de Rocca Serra, perde in questa classifica il 7% e finisce a quota 10%. Superato da José rossi che guadagna 2 punti e arriva al 13 %. Paul Giacobbi resta fermo all’11 %.

Il 18% degli elettori vorrebbe che la CTC fosse guidata da una persona diversa dai capilista delle territoriali,

Ricordiamo che solo le liste che supereranno il 5 % dei voti potranno poi unirsi ad altre per il secondo turno, e solo quelle che raggiungeranno il 7 % potranno correre da sole al secondo turno.

——–
Fonte: CorseNetInfos