Scontro tra navi al largo di Bastia: in mare chiazza di petrolio lunga 4 km

Ieri, sulla rotta che congiunge Bastia e Genova, è avvenuto uno scontro tra una nave porta-container cipriota e un traghetto tunisino. Da una delle due navi è fuoriuscito in grande quantità olio combustibile, formando una chiazza lunga 4 chilometri e larga diverse centinaia di metri, che potrebbe minacciare le coste liguri così come quelle del Capo Corso.

Dall’Italia sono subito partite tre navi con il compito di contenere lo sversamento del combustibile in mare. A mobilitare i mezzi navali di intervento è stato il ministero dell’Ambiente italiano. Le operazioni di contenimento dell’inquinamento sono coordinate dalle autorità marittime francese, nell’osservanza del piano d’intervento detto Ramogepol, sottoscritto tra Francia, Italia e Principato di Monaco. Il piano è stato a suo tempo richiesto dalla Francia per rafforzare nel Mediterraneo la lotta contro gli inquinamenti marini dovuti a cause accidentali.

Sono ancora in corso indagini per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente.


Fonti: corsenetinfos (foto) – La Riviera