Santa Zita in Bastia

Cume di solitu ogni 27 aprile, Bastìa ha festighjatu Santa Zita patrona di i giardinari, e serve é i campagnoli. Santa Zita ghje una vecchja tradizione purtata da i tuscani immigrati, chi venianu  inde u circondu bastiacciu per fà i campagnoli, cultivà orti é giardini. Numerosi eranu di u circondu di Lucca é so elli in 1833 chi hanu custituitu a sucietà mutua di succorsu Santa Zita. A sola, po dassi, chi esiste sempre in Corsica. In ricordu di a santa di Lucca nascìa cusi in Bastìa a divuzione à Zita chi si perpetua oghje.

E Bastìa ghje a sola cità di corsica à festighja Santa Zita unita cusì ogni 27 aprile à San Frediano di Lucca induv’ell hè cunservata a salma mummificata di Zita.

St’annu a festa ha pigliatu un’andatura più sulenne incu a presenza di Munsignore Olivier de Germay vescuvu di Corsica. Ma u ritu ùn’ha scambiatu dipoi più di un seculu é mezu.

Prima di a messa u Presidente e i soci di Santa Zita so andati à  circà u merre é u cunsigliu municipale in Municipiu per accumpagnalli, bandera Zitana in testa, in chjesa, secondu un’ antica usanza tuscana. Dopu a messa, a statua fiurita di Santa Zita ghje stata purtata in prucessiò inde i viculi di u vecchju carrughju di u mercatu. In su fra tempu so distribuiti mazzuli di fiori benedetti. E ceremonie si sò cuncluse per u Santissimu Sacramentu, é dopu avè alzatu quattru volte Santa Zita in direzzione di i quattru punti cardinali, cume à vole à tradizione corsa.

E cume in ogni festa, un rinfrescu ha adunitu cunfratelli, preti, é participenti in l’onore di Santa Zita.

——-
Articulu di Petru Luigi ALESSANDRI

About Petru Luigi Alessandri

Giornalista radiofonico di RCFM, si occupa tra l'altro anche della trasmissione Mediterradio, che mette in contatto gli ascoltatori di Corsica, Sardegna, Sicilia, e occasionalmente Malta e altre terre mediterranee. Per Corsica Oggi scrive in lingua corsa o, in traduzione, in italiano.

View all posts by Petru Luigi Alessandri →