Riconosciuta la calamità agricola in Corsica per la siccità dell’estate del 2017

Il Comitato nazionale per la gestione dei rischi in agricoltura, riunitosi a Parigi il 13 giugno, ha emesso un parere favorevole sul riconoscimento della calamità agricola per la siccità eccezionale nel dipartimento della Corsica del Sud e dell’Alta Corsica per l’anno 2017, indicato in un comunicato della prefettura.

Le perdite registrate e valutate dalla Commissione dipartimentale di competenza per la produzione di miele, la produzione di olio d’oliva e di oliva, nonché le perdite sui foraggi e sulle superfici di pascolo, sono riconosciute come tali. Il riconoscimento del disastro agricolo per i settori interessati e la definizione dell’importo iniziale del bilancio destinato al risarcimento saranno oggetto di decreti ministeriali, la cui pubblicazione è prevista per la prima metà di luglio.

La procedura da seguire per richiedere il risarcimento è la seguente:
– non appena gli ordini vengono emessi, gli agricoltori devono completare individualmente un domanda d’indenizzo;

– i documenti devono essere inviati entro il 31 agosto, ultimo termine, al DDTM;
– Dopo aver esaminato le domande, la prima indennità sarà inviata entro la fine dell’anno.

Metodi di trasmissione dei file agli operatori:
– olivicoltori e apicoltori: spedizione individuale per posta tramite DDTM;
– Allevatori di ruminanti ed equini: il DDTM si affiderà a rappresentanti professionisti e municipi per distribuire i moduli.

In Alta Corsica la calamità agricola per la siccità è stata riconosciuta il 30 maggio e ci sarà tempo fino al 30 giugno per inviare i documenti e i moduali compilati per l’indennizzo alla direction départementale des Territoires et de la Mer (DDTM) di Bastia.

Indirizzi utili:

Andrea Meloni

Di origini sarde e calabresi ma genovese di nascita, laureato in scienze geografiche presso l'Università di Genova nel 2013 e socio della sezione Liguria dell'AIIG (associazione Italiana insegnanti di geografia), risiede nell'Appennino Ligure in val Borbera, una valle piemontese ma da sempre legata alla confinante Liguria e da agosto 2015 è redattore di Corsica Oggi. Collabora da marzo 2016 con la società cartografica geo4map di Novara, nata da una costola di DeAgostini e da giugno 2017 con il quotidiano genovese Il Secolo XIX. Adora viaggiare ed è innamorato della Corsica.

Avatar

A proposito di Andrea Meloni

Di origini sarde e calabresi ma genovese di nascita, laureato in scienze geografiche presso l'Università di Genova nel 2013 e socio della sezione Liguria dell'AIIG (associazione Italiana insegnanti di geografia), risiede nell'Appennino Ligure in val Borbera, una valle piemontese ma da sempre legata alla confinante Liguria e da agosto 2015 è redattore di Corsica Oggi. Collabora da marzo 2016 con la società cartografica geo4map di Novara, nata da una costola di DeAgostini e da giugno 2017 con il quotidiano genovese Il Secolo XIX. Adora viaggiare ed è innamorato della Corsica.

Vedi tutti gli articoli di Andrea Meloni →