Quarantena: Molti commercianti corsi vogliono riaprire l’11 maggio

Dopo l’annuncio di Emmanuel Macron di mantenere fermi i bar e i ristoranti, alcuni commercianti corsi si stanno intensificando e prevedono di aprire l’11 maggio. Tutto raccolto su una pagina Facebook il “Collectif corse de défense pour nos commerces” (“Collettivo di difesa corso per le nostre imprese”)  che ha raggiunto i 1.200 membri.

Alcuni commercianti corsi sono infelici e vogliono farlo conoscere. A seguito degli annunci del Presidente della Repubblica di estendere la chiusura di bar e ristoranti, Philippe Albertini, proprietario della paillotte “U paradisu” a Tamarone, ha creato lunedì 13 aprile, il gruppo Facebook: “Il collettivo corso difesa per le nostre imprese “.

Il ristoratore invita tutti i commercianti ad aprire l’11 maggio per sostenere l’attività dell’isola. Spiega il suo approccio sul gruppo di Facebook:

“In seguito alle dichiarazioni del governo di prorogare la data di apertura delle nostre attività, ciò porterà alla chiusura definitiva di molti di noi. Cerchiamo di essere uniti.
Ad oggi, nessuna misura concreta e nessun aiuto sono validi per la sopravvivenza delle nostre imprese. Chiediamo a tutti i commercianti di unirsi a noi e aprire l’11 maggio! “

Philippe Albertini, è indignato nel sentire il Capo dello Stato annunciare che i bambini torneranno a scuola dall’11 maggio mentre i loro ristoranti, bar e bar rimarranno chiusi. “Come manager della mia azienda non ho diritto ad alcun aiuto. Non morirò di fame per compiacere il governo. Ho una famiglia da sfamare e comunque aprirò il mio ristorante perché è fuori questione che metto i piedi sotto il tavolo “, dice.

Quindi verrà seguito l’appello dell’11 maggio?

Fonte:  Corse Net Infos