Prima uscita ufficiale per il nuovo prefetto dell’Alta Corsica

Nominato il 20 luglio come successore di François Ravier, il nuovo prefetto della Haute-Corse Michel Prosic ha effettuato la sua prima visita ufficiale a Bastia martedì 23 agosto.

Il nuovo prefetto dell’Alta Corsica ha assunto le sue funzioni ufficiali il 23 agosto a Bastia, durante una cerimonia di deposizione di una corona di fiori davanti al monumento ai caduti in Place Saint-Nicolas.

Laureato all’Università di Metz, dove ha ottenuto un DEA (diploma post-laurea) in “Stati, regioni, nazioni ed Europa occidentale e centrale”, Michel Prosic ha ricoperto in particolare le cariche di sottoprefetto del distretto di Thiers tra il 2011 e il 2013, di segretario generale della prefettura del Cantal, di sottoprefetto del distretto di Aurillac tra il 2015 e il 2016 e di direttore regionale degli affari culturali dell’Alvernia-Rodano-Alpi tra il 2016 e il 2020.

Dal 2020 è prefetto del Lot.

Michel Prozic succede a François Ravier, nominato responsabile della Savoia.

Il presidente dell’associazione dei sindaci e dei presidenti degli EPCI (Enti Pubblici di Cooperazione Intercomunale) del Cismonte Ange-Pierre Vivoni, aveva elogiato, in un comunicato stampa del 17 agosto, il senso del dialogo del prefetto Ravier: “Con questo prefetto c’era un dialogo permanente. Ogni 15 giorni ha incontrato i sindaci su temi diversi. Non c’era nessun argomento tabù. Spesso non eravamo d’accordo, ma potevamo discuterne. I sindaci erano al corrente di tutto. Ha espresso il desiderio che il suo successore continui “sulla stessa strada”.

Il nuovo prefetto dell’Alta Corsica, Michel Prosic, ha incontrato poi la stampa mercoledì 23 agosto durante una colazione nei saloni della Prefettura.

Tra i dossier che lo attendono, la gestione delle restrizioni idriche in relazione alla siccità. Le allarmanti dichiarazioni del suo predecessore del 3 agosto “se continuiamo a questo ritmo di consumo d’acqua, tenendo conto delle evoluzioni meteorologiche previste, non ci sarà più acqua tra 25 giorni” avevano suscitato il dissenso dell’Ufficio per gli affari idrici di Corsica.


Fonte: FR3 corse viastella