Piero Angela su Superquark: essere bilingui rafforza lo sviluppo cerebrale

Ieri sera Piero Angela, conduttore dello “storico” programma di Rai Uno Superquark giunto alla 23^ stagione, in occasione della prima puntata della nuova stagione (la 300^) nella rubrica Educazione del programma di divulgazione scientifica si è parlato di bilinguismo.

Il programma ha evidenziato che:

Il bilinguismo porta a cambiamenti nel cervello che hanno conseguenze sorprendenti. Infatti, l’apprendimento di una seconda lingua si è rivelato utile oltre che per gli ovvi vantaggi nel lavoro e nella vita, anche per migliorare la memoria e ritardare in modo consistente la degenerazione neurologica, e quindi problemi come la demenza senile e l’Alzheimer.”

Gli studi sono dell’Istituto San Raffaele su pazienti bilingui e non bilingui provenienti, per persona bilingue si intende dal punto di vista scientifico una persona che riesce a parlare due lingue senza mescolarle e non una persona che utilizza ad esempio solo qualche parola straniera. Inoltre il bilinguismo ha effetti benefici sulla crescita e sul cervello anche dei bambini.

Qui il link al video alla rubrica di Superquark:

https://www.raiplay.it/video/2018/07/Bilinguismo-04072018-708ec804-9536-4b19-a7ab-cf07e90a0192.html

 

Fonte: Rai 

 

Andrea Meloni

Di origini sarde e calabresi ma genovese di nascita, laureato in scienze geografiche presso l'Università di Genova nel 2013 e socio della sezione Liguria dell'AIIG (associazione Italiana insegnanti di geografia), risiede nell'Appennino Ligure in val Borbera, una valle piemontese ma da sempre legata alla confinante Liguria e da agosto 2015 è redattore di Corsica Oggi. Collabora da marzo 2016 con la società cartografica geo4map di Novara, nata da una costola di DeAgostini e da giugno 2017 con il quotidiano genovese Il Secolo XIX. Adora viaggiare ed è innamorato della Corsica.