Da oggi a venerdì le finali delle Olimpiadi d’italiano, e in Tunisia nasce un’iniziativa simile

La settima edizione delle Olimpiadi di italiano, organizzata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca si concluderà a Torino il 5-6-7 aprile 2017. Una manifestazione la cui eco è arrivata fino in Tunisia, come spiega Hammadi Agrebi, ispettore e formatore di docenti tunisini di lingua italiana del Ministero dell’Educazione del Paese nordafricano: “Il nostro obiettivo principale in Tunisia è promuovere l’apprendimento della lingua italiana e allargare questo angolo del Mediterraneo appartenente al ‘continente italiano fuori d’Italia’, per citare il Vice Ministro agli Affari Esteri Mario Giro”. “Infatti – continua – ispirandomi alle Olimpiadi di italiano ho abbracciato subito l’idea con molto entusiasmo, cominciando ad organizzare degli spettacoli didattici in diversi licei dove s’insegna l’italiano”.

La gara della lingua italiana è una manifestazione organizzata sotto l’egida del Ministero dell’Educazione Tunisino, con il sostegno dell’Istituto Italiano di Cultura di Tunisi, che ha coinvolto molti licei appartenenti alle Direzioni Regionali di Tunisi1, Ben Arous et Mannouba. Il liceo di Ben Arous e il liceo Ibn Abi dhief Mannouba sono approdati alla finale prevista il 21 aprile 2017. Venerdì 24 marzo, invece, si gioca la finale della Delegazione Regionale dell’Educazione di Tunisi1, con il prezioso supporto delle professoresse Eya Hleli e Nessima Mhamdi che hanno realizzato questa gara nei loro licei. Sarà un derby d’eccezione tra il liceo Carthage Hannibal e il liceo Carthage Dermech. Durante la competizione si alterneranno spettacoli di musica, canto, ballo e teatro che saranno valutati dalla giuria costituita da docenti d’italiano.

Ricordiamo che Radio Tunisi dà mensilmente un contributo, il (ottima) lingua italiana, alla trasmissione radiofonica Mediterradio, come in questa puntata.