Motociclista sorpreso 11 volte dall’autovelox a 200 km/h a Bastia condannato a 6 mesi di carcere e 30.000 euro di multa

Bastia: sorpreso dall’autovelox a più di 200 km/h condannato a 6 mesi di carcere e oltre 30.000 euro di multa per 64 eccessi di velocità nell’arco di undici mesi

La Corte penale di Bastia aveva già dovuto giudicare e condannare due casi simili. Ed era, come sempre, intransigente. 

Un motociclista è stato appena condannato dal tribunale di Bastia per aver commesso 64 infrazioni per eccesso di velocità, tra settembre 2016 e ottobre 2017. Probabilmente ha pensato che non sarebbe stato identificato in quanto il numero di targa non compariva sugli scatti dell’autovelox del lido di Marana e del lungomare di Bastia
Nell’agosto 2017, il Centre Automatisé de Constatation des Infractions (CACIR) di Rennes – che aveva registrato 29 eccessi di velocità di cui undici a una velocità superiore a 200 km/h (il massimo è un picco a 235 km/h) in una strada dove la velocità è limitata a 70 km/h – riportava i fatti alla gendarmeria.

Gli investigatori della brigata motorizzata di Bastia dello squadrone dipartimentale di sicurezza stradale dell’Alta Corsica, hanno fatto per più di due mesi indagini approfondite che hanno identificato la moto, una Ducati Multistrada 1200 enduro. E per mettere in custodia il suo motociclista che, oltre ad aver commesso 56 eccesso di velocità superiore a 50 km/h e 3 di almeno 40 km/h, non era titolare della patente di guida e guidava su una moto non assicurata.

Il motociclista è stato condannato dal tribunale a 6 mesi di reclusione, una multa di 3.750 euro, 54 multe di 500 euro, 7 di 300 euro e 3 di 200 euro e l’obbligo di svolgere un corso di formazione sulla sicurezza stradale di due giorni a sue spese.