Lo sport a congresso a Bastia: giornalisti e arbitri chiedono sicurezza

La scorsa settimana a Bastia è terminata sotto il segno dell’incontro dei professionisti per cui lo sport, e il calcio in particolare, costituisce il campo principale. L’Union Syndicale  des Journalistes sportifs de France (USJSF) si è riunita per il suo 58° congresso nei locali dell’IRA (l’institut Régional d’Administration), il 3, 4 e 5 maggio. Dopo i 130 delegati giornalisti, domenica hanno seguito i 450 degli arbitri nazionali incaricati delle competizioni tra club amatoriali, che hanno tenuto il loro 50° congresso al teatro di Bastia.Il punto comune tra queste due assise è stata la sicurezza. Sicurezza degli stadi per i giornalisti sportivi, sicurezza degli arbitri negli stadi per i secondo congressisti.

jpI giornalisti sportivi hanno dibattuto della necessità di meglio assicurare la protezione degli stadi dopo gli attentati commessi presso lo Stade de France a Parigi. E sicurezza anche all’interno degli impianti sportivi. Il 5 maggio i giornalisti hanno ricordato la memoria delle vittime del crollo della tribuna di Furiani. Ed è una delle ragioni che ha condotto Jean Pruneta giornalista responsabile della redazione sportiva a FranceBleu RCFM e delegato dell’USJSF in Corsica ,a scegliere Bastia e quelle date per tenere il congresso.

Gli arbitri amatoriali celebrano i 10 anni della legge Lamour (dal nome del ministro dello Sport che l’ha ideata), che prevede un certo numero di misure in loro protezione. Nel 2014 in Francia un centinaio d’aggressioni ad arbitri sono state commesse durante match amatoriali. Ed è nelle partite amatoriali che gli arbitri (volontari) sono più esposte alle violenze del pubblico e degli spettatori.

Questi congressi sono stati anche l’occasione per giornalisti ed arbitri di visitare Bastia e il suo circondario. Dunque anche una manna per il commercio locale.

———-
Articolo di Pierluigi Alessandri

About Petru Luigi Alessandri

Giornalista radiofonico di RCFM, si occupa tra l'altro anche della trasmissione Mediterradio, che mette in contatto gli ascoltatori di Corsica, Sardegna, Sicilia, e occasionalmente Malta e altre terre mediterranee. Per Corsica Oggi scrive in lingua corsa o, in traduzione, in italiano.

View all posts by Petru Luigi Alessandri →