Ligue 2: l’Ajaccio cade (0-2) a Parigi, pari interno (1-1) del Bastia col Pau

La ventitreesima giornata della divisione cadetta transalpina è stata assai avara di soddisfazioni per Ajaccio e Bastia, in quanto ambedue hanno mancato l’appuntamento con la vittoria.

Sconfitti per 0-2 (reti di Alimami Gory al 53’ e di Morgan Guilavogui su rigore al 62’) nello scontro diretto esterno col Parigi, gli ajaccini scivolano in terza posizione, in quanto staccati dal Tolosa (capolista solitario grazie al netto successo interno per 4-1 sul Digione) e sorpassati dagli stessi capitolini (ora secondi a una sola lunghezza dalla vetta).

Pari casalingo, invece, per il Bastia, fermato sull’1-1 a Furiani dal Pau (vantaggio còrso al 50’ grazie a un guizzo del bomber Benjamin Santelli, pari ospite al 56’ con Samuel Essende): i bastiacci sono ora a +3 sulla “zona pericolo”, ma con una partita giocata in più.

Negli altri incontri della giornata, colpaccio esterno per 1-0 del Dunkerque a Nîmes, affermazione casalinga col medesimo punteggio del Quevilly-Rouen sul Grenoble, 0-0 in Rodez-Valenciennes e Chamois Niort-Le Havre e 1-1 in Nancy-Caen, Sochaux-Amiens e Guingamp-Auxerre.

La prossima giornata vedrà l’Ajaccio impegnato sabato 12 febbraio in casa col Guingamp e il Bastia ospite del Le Havre nel posticipo di lunedì 14: giovedì 10 febbraio, infatti, i “leoni di Furiani” scenderanno in campo a Nantes, opposti alla locale compagine di Ligue 1 nel confronto (gara secca) dei quarti di finale di Coppa di Francia.

Questa la classifica della Ligue 2 dopo ventitré giornate: Tolosa 45 punti; Parigi 44; Ajaccio 42; Sochaux 41; Auxerre 38; Chamois Niort e Le Havre 35; Nîmes 32; Pau, Rodez e Digione 29; Quevilly-Rouen 28; Guingamp 27; Amiens, Caen e Valenciennes 26; Bastia 25; Grenoble 22; Dunkerque 21; Nancy 16 (Chamois Niort e Grenoble una partita in meno).

Giuseppe Livraghi