Le celebrazioni del 14 luglio in Corsica

Le celebrazioni più importanti del 14 luglio in alcune città e paesi della Corsica
AJACCIO

Questo 14 luglio è stato segnato dalle sfilate tradizionali. Ad Ajaccio questa domenica mattina erano presenti autorità civili e militari e veterani per la tradizionale sfilata con il sindaco Luarent Marcangeli e il prefetto della Corsica.

Ad eccezione della tradizionale parata militare che si è svolta questa domenica mattina e alla presenza del prefetto di Corsica, della gendarmeria, della sicurezza civile e della marina e il del 2 ° reggimento straniero di paracadutisti di Calvi.

In occasione della cerimonia militare, il maggiore generale Jacques Plays, comandante della regione della gendarmeria della Corsica, ha decorato il maggiore Stéphane Marcos della brigata di Ghisonaccia e il maresciallo Laurent Faure della brigata di Peri della medaglia militare: è la più alta distinzione militare in Francia per sottufficiali e soldati.

I vigili del fuoco della Corsica sono stati molto applauditi. Alle 22:30 sono stati fatti i fuochi d’artificio al porto Tino Rossi.

 

BASTIA

Come ogni anno, la parata del 14 luglio si è svolta in  place Saint Nicolas. Il prefetto dell’Alta Corsica ha consegnato in questa occasione le medaglie militari.

Erano presenti la gendarmeria mobile 24/2 di Bayonne, il 2° reggimento paracadutista della Legione straniera di Calvi, due sezioni dell’unità di istruzione e di intervento della sicurezza civile di Corte, una sezione della base aerea di Solenzara erano presente alla rivista delle truppe. Alle 22:30 sono stati fatti i fuochi d’artificio al porto commerciale. 

BONIFACIO

A Bonifacio alle celebrazioni del 14 luglio al Monumento ai Caduti erano presenti il sindaco Jean Claude Orsucci,  il sotto-prefetto di Sartena e il deputato della circoscrizione Paul-André Colombanie anche il comandante dei carabinieri di Santa Teresa di Gallura.

CALVI

Come parte degli eventi del 14 luglio, dopo le cerimonie al Monumento ai Caduti, un ricevimento è stato organizzato dal Comune di Calvi. Durante questo, dieci legionari del 2 ° REP di Calvi hanno ricevuto il loro decreto di naturalizzazione.

Nel cortile della scuola elementare Marie-Dominique Loviconi, dopo le cerimonie del 14 luglio che il comune di Calvi ieri sera ha invitato i suoi ospiti ad un ricevimento, durante il quale è stato consegnato un decreto di naturalizzazione a dieci soldati del 2 ° reggimento straniero di paracadutisti.
È Florent Farge,sotto-prefetto del distretto di Calvi -Alto Nebbio – Conca d’Oro che ha letto un messaggio di Emmanuel Macron, Presidente della Repubblica.

A loro volta, Florent Farge, sotto-prefetto di Calvi, Ange Santini, sindaco di Calvi e il colonnello Christophe de La Chapelle, capo del corpo del 2 ° REP hanno dato ciascuno dei soldati in fila davanti alla bandiera del loro reggimento, il decreto di naturalizzazione, prima di inviare le loro congratulazioni.
Il sindaco Ange Santini ha quindi invitato i presenti ad avvicinarsi al buffet.

OLMI-CAPPELLA

La cerimonia commemorativa della festa nazionale ha avuto un particolare significato questa domenica a Olmi-Cappella, con la  presenza di quattordici giovani vigili del fuoco della sezione della Balagna.

Da parte loro, il capitano Stéphane Orticoni, capo del centro di soccorso di Calvi e del bacino operativo Balagna e il suo vice, il tenente Barthélémy Guerrini, hanno onorato l’evento commemorativo con la loro presenza.
Un gruppo di vigili del fuoco, sotto il comando del tenente Olivier Tomasi, capo del Centro di primo intervento di Olmi-Cappella, ha celebrato gli onori in compagnia dei giovani vigili del fuoco delle sezioni di Calvi e Belgodere accompagnati dal sergente Pascal Carboni e dal caporale Cyril Carretero, addestratori volontari presso il centro di salvataggio di Belgodere.

Fonte: Corse Net Infos e France 3 Corse Via Stella