La Miniera d’amianto di Canari, tra testimonianza del passato e desolazione

canari1

A fianco alla montagna bianca di Canari troviamo un vecchio edificio in rovina. Questo edificio è la miniera d’amianto di Canari. Infatti, questa miniera fu costruita da Eternit nel 1953 per poter sfruttare un filone d’amianto scoperto alla fine dell’Ottocento.

canari2

L’amianto era un materiale che andava di moda fino agli anni 70. Si facevano i tetti, così come le pastiglie dei freni in amianto. Qua a Canari c’era un filone facilmente sfruttabile. Il filone era giusto sopra la strada. La miniera è stata fatta quasi sulla strada e sopra sono state fatte le gallerie. Nelle gallerie si toglievano i pezzi di pietre dove erano imprigionate le fibre d’amianto e la fabbrica si occupava di separare il minerale e l’amianto…

La miniera ha permesso di far vivere centinaia e centinaia di persone del paese di Canari ma anche dei paesi intorno. Quando si guarda la demografia dei paesi Capocorsini vicini a Canari vediamo un’espansione incredibile degli abitanti negli anni 50/60. Si è assistito a un’emigrazione Corsa verso il Capocorso ma anche dall’Italia e dai paesi dell’Est.

Ha anche permesso ai contadini di arricchirsi. Per poter alloggiare gli operai prendevano le vecchie case dei paesi, le risistemavano a nuovo sapendo che prima o poi sarebbero state date alle famiglie. E’ così che molte famiglie si sono ritrovate con un bel patrimonio immobiliare.

Ma la miniera ha tanto modificato il paesaggio. Già a causa della costruzione dell’edificio e anche delle gallerie nella montagna. Ma la cosa più spettacolare sono le spiagge nere di Ogliastru (Albu) e quella più conosciuta di Nonza. Sono dovute ai rifiuti della Fabbrica. Una volta separato l’amianto dalle pietre, queste venivano buttate nel mare sotto la fabbrica. Ma con il vento e le correnti del mare sono venuti ad Albu e Nonza creando queste spiagge. Ma bisogna dire che NON SONO PERICOLOSE !! Si sente spesso che è vietato fare il bagno a Nonza; è falso perché i milioni di sassi che fanno la spiaggia non contengono più amianto e inoltre l’amianto è pericoloso solo quando è “lavorato”.

canari3

La miniera chiude nel 1965 a causa di problemi di salute degli operai dovuti all’amianto. Quasi tutti gli anziani operai sono morti di malattie polmonari o sono malati a causa dell’amianto.

Oggi si può sempre vedere la fabbrica al bordo della strada; qualche anno fa ci sono stati degli lavori di messa in sicurezza del luogo.

Resta ancora oggi una piaga per tutti gli abitanti del Capo Corso ovest ma anche per gli tutti abitanti della Corsica. Appunto il famoso gruppo di musica còrsa Diana di l’alba ha fatto una canzone sull’ “Usina di Canari”: https://www.youtube.com/watch?v=wGzlIobQpJw

Clément-Joseph Franceschi

Clément-Joseph Franceschi è studente al terzo anno d'Italiano all' Università di Corsica . Molto legato al suo paese, Ogliastru, è un appassionato della sua terra, della storia della sua isola e della sua natura.

Avatar

A proposito di Clément-Joseph Franceschi

Clément-Joseph Franceschi è studente al terzo anno d'Italiano all' Università di Corsica . Molto legato al suo paese, Ogliastru, è un appassionato della sua terra, della storia della sua isola e della sua natura.

Vedi tutti gli articoli di Clément-Joseph Franceschi →