La delegata del ministro dell’interno Jacqueline Gourault in Corsica per difendere la politica di Macron

La delegata del ministro dell’interno Jacqueline Gourault, responsabile della Corsica è ad Ajaccio, dove ha difeso ancora una volta i termini dell’iscrizione dell’isola nella Costituzione proposta nella riforma costituzionale.

Questa visita fa parte di una vasta operazione di comunicazione del governo che ha dispiegato giovedì sul territorio trenta ministri per difendere il primo anno di riforme guidate da Emmanuel Macron e dal suo governo

“Non è niente”, ha detto giovedi notte ad Ajaccio Jacqueline Gourault, difendendo l’iscrizione dell’isola nella Costituzione proposta nella riforma costituzionale, dicendo che avrebbe “protetto la comunità corsa”.

Alla domanda sulla delusione espressa dai rappresentanti nazionalisti corsi che rimpiangono l’assenza di qualsiasi prospettiva di autonomia dell’Isola della Bellezza, Jacqueline Gourault ha ricordato “che l’inclusione della Corsica nella Costituzione è un’antica pretesa dei nazionalisti e altri funzionari eletti della Corsica e che la costituzionalizzazione della collettività di Corsica, non è niente “.

“Conosco i requisiti, la sensibilità del Parlamento, quindi credo che sia stato trovato un buon equilibrio per il territorio della Corsica nella Repubblica francese“, ha aggiunto prima di partecipare a un incontro pubblico nel Museo Fesch di Ajaccio di fronte a un centinaio di cittadini e eletti locali.

“L’autonomia credo che esista da ciò che è scritto, è un vero cambiamento, deve essere misurato.” Naturalmente, questo non è qualcosa che permetterà all’Assemblea della Corsica ha un potere legislativo, ma mai il presidente si è impegnato a farlo”, ha ricordato.

“Non penso che ogni corso sembri pensare all’articolo costituzionale”, ha detto, indicando che è venuta ad Ajaccio per parlare della “vita quotidiana dei corsi”.

Questo incontro è durato quasi un’ora e mezzo durante il quale sono stati esaminati numerosi argomenti, dalla protezione antincendio al ruolo dello Stato in Corsica, dalle riforme che hanno colpito gli architetti o gli ottici.

Fonte: France 3 Corse Via Stella