La Corsica torna a Roma per la processione della Madonna Fiumarola

VUOI CHE CORSICA OGGI CONTINUI A ESISTERE? SOSTIENICI CON 1,84€/MESE

La Corsica era presente domenica a Roma per partecipare alla processione della Madonna Fiumarola, la cui celebrazione risale al 1535.

Secondo la tradizione, fu dopo una violenta tempesta che i pescatori corsi trovarono alla foce del Tevere una scatola contenente una statua della Vergine Maria scolpita in legno di cedro.
Gli abitanti della zona la soprannominarono “Madonna Fiumarola” e la donarono ai carmelitani della Basilica di San Crisogono, la chiesa dei corsi della guardia papale, che la chiamarono Madonna del Carmine.

 

San Grisogono è diventato così il patrono di Trastevere dove sabato Iviu Pasquali e l’associu di a guardia corsa papale hanno organizzato una bella giornata che è andata ben oltre la bellissima messa celebrata in corso in omaggio a tutti i membri della guardia corsa papale, l’associazione che ha riportato alla luce la memoria dell’esistenza di questo corpo militare a servizio del papato ben prima della Guardia Svizzera.

Un’occasione di incontro tra Corsica e Italia che, dopo la pausa Covid che lo scorso anno ha costretto all’annullamento, torna a vivere.

 


Immagine copertina: Guardia Corsa papale via FB

VUOI CHE CORSICA OGGI CONTINUI A ESISTERE? SOSTIENICI CON 1,84€/MESE