Isulani: un viaggio nel patrimonio delle isole del Mediterraneo

Sabato 18 febbraio su ViaStella ha avuto inizio “Isulani”, la trasmissione con cui Thierry Pardi vuole condurre gli spettatori in giro per il Mediterraneo, a Malta, in Grecia, alle Baleari e in Corsica, attraverso i siti di Cauria e Cucuruzzu, attraverso le tracce del patrimonio archeologico e storico delle isole del Mare Nostrum.

Ogni mese, attraverso quattro reportages realizzati in quattro isole differenti, Isulani vuole mostrare al meglio le realtà che hanno accomunato milioni di isolani del Mediterraneo.

La Sardegna, un’isola piena di storia, con numerosi siti archeologici: in quello di Tharros, le ricerche cominciarono durante il XVII secolo, e i suoi luoghi sono sempre stati al centro degli scambi commerciali nel Mediterraneo.

L’isola di Malta ha sviluppato un turismo culturale di enorme ricchezza. Bisogna ricordare come il più piccolo Stato Europeo occupi fin dall’antichità una posizione strategica nel Mediterraneo. L’antica capitale, Medina, è testimone del passato comune a svariate culture.

Seguendo le tracce delle prime popolazioni della Corsica sull’isola e tornando  indietro nel tempo, i visitatori potranno scoprire una storia spesso ignorata recandosi sui siti megalitici di Cauria e Cucuruzzu, due siti che ospitano numerosi menhir e sui quali continuano le ricerche archeologiche.

Come sua sorella maggiore Maiorca, l’isola di Minorca ha sempre attirato su di sé invasori e conquistatori. La sua storia si è così costituita grazie a una successione di influenze e culture.


Fonte: FR3 Corse ViaStella – Trad. Chiara Poli – Copertina: Reperti della civiltà talayotica