Incendio tra Quenza e Solaro, i venti violenti impediscono l’uso dei Canadair

Un incendio è scoppiato martedì mattina intorno alle 5.30 nella città di Quenza, nel sud della Corsica. Mantenuto da forti venti, ha già coperto 1082 ettari di vegetazione e si sta dirigendo verso Solaro. Canadair è stato chiamato per il rinforzo ma non può volare attraverso l’area.

Mentre la Corsica è stata messa in allerta arancione per i forti venti da Météo France a causa del passaggio della tempesta Hervé per 6 ore questo martedì mattina, un incendio di vegetazione è scoppiato nella città di Quenza, in Corsica -South, a livello di una pineta, verso le 5.30. Il fuoco è scoppiato vicino al massiccio della Bavella, in un luogo chiamato Col de Larone, dove Météo France ha registrato raffiche intorno a 120 e 130 km / ora questa mattina.

1.082 ettari bruciati
La testa del fuoco si sta ora dirigendo verso Solaro, in Corsica settentrionale. 1082 ettari di vegetazione sono già stati bruciati, secondo una prima stima. Circa 200 pompieri e personale di sicurezza civile furono inviati sulla scena, sotto il comando dei pompieri dell’Alta Corsica.

Canadairs furono chiamati per il rinforzo dal Gard. Sono partiti per la ricognizione nell’area del fuoco intorno alle 11:30 e non sono ancora in grado di intervenire a causa dei forti venti.

Verso le 10 del mattino, il traffico fu interrotto sul ponte Fiumicelli e nel villaggio di Bavella.

Non è stata ordinata l’evacuazione perché durante questo periodo i canyon e i campeggi erano vuoti. I pompieri stanno anche affrontando esplosioni di fuoco che, se le condizioni meteorologiche non migliorano, potrebbero minacciare il villaggio di Sari-Solenzara. Un’indagine dovrà determinare le cause dell’incendio.

Nella mattinata di mercoledì sono attesi sul posto 120 soccorritori in arrivo dal continente.