Il paese di Belgodere in Balagna ha festeggiato i 750 anni della fondazione

Il paese di Belgodere in Balagna, “il posto dove ti senti bene” celebra quest’anno i suoi 750 anni, secondo i più antichi documenti scritti.

In presenza di molte personalità (sindaci della Balagna, consiglieri esecutivi e territoriali), il comune di Belgodere ha celebrato martedì i suoi 750 anni. Una giornata molto festosa, iniziata dal municipio, è iniziata con un discorso di benvenuto da parte del sindaco Lionel Mortini.
“Oggi celebriamo i 750 anni del villaggio, anche se è certo che è stato fondato molti secoli prima. Ma noi abbiamo scritti e il 1268 è una data in cui possiamo affermare la presenza di un comunità su questo sito che è oggi il villaggio di Belgodere “. Resti di antichi monumenti e fortificazioni testimoniano ancora il passato medievale di Belgodere e il nome è forse stato dato dato dal marchese di Massa nel 1268, quando questo signore feudale trovò la posizione strategica e la vista stupenda dato che riuscì a vedere il mare da cui provenivano gli assalti barbareschi, se lo fortificò e si organizzò per stabilirsi lì.

Inoltre, il 3 luglio, San Tommaso, Santo Patrono del villaggio è stato onorato e associato a questo anniversatio. “Questa data, San Tumasgiu [San Tommaso], è stata l’occasione per fare questo legame storico tra il nostro comune e la chiesa, la nostra comunità è stata legata ai religiosi da sempre”.

In questa occasione, Elia, Paul-Francois, Chjara, Marin e Celia hanno ricevuto la loro prima comunione durante una messa presieduta dal vescovo di Ajaccio, Monsignor de Germay e concelebrata da Marcin Monka e padre Michel Ange Valery.

Una cerimonia che si è conclusa con una benedizione del villaggio e un grande banchetto hanno organizzato la piazza della chiesa dove tutti erano ovviamente invitati.

“Un dovere della memoria”
“È un tuffo nella storia, la condivisione della conoscenza e il rispetto della nostra storia”, ha detto Marie-Claire Ceccaldi, vice sindaco.
Domenica, tra le mura della confraternita, è la parte storica del villaggio che è stata fatta una conferenza che porta proprio il nome del paese, Louis de Belgodere, attraverso una mostra e spiegazioni.
“Abbiamo alcune fonti con un commerciante di San Venezio del Tino [isola vicino La Spezia] che ci dà molte informazioni, 1268 sarebbe l’attuale villaggio, su un sito fortificato, 1381 su atti notarili. E’ stato creato dal marchese di San Colombano, al fine di contrastare i Pinaschi della Balagna centrale, i loro nemici ereditari “.

 

Fonte: Corse Net Infos