Il cargo Rhodanus disincagliato dalle Bocche di Bonifacio

Incagliato  dalla notte del 12-13 ottobre a Cala Longa , una caletta tra Bonifacio e Porto Vecchio, in piena area marina protetta delle Bocche di Bonifacio.

Il cargo Rhodanus è stato disincagliato venerdì 18 ottobre a mezzogiorno, ha detto il sindaco di Bonifacio, Jean-Charles Orsucci. “Felice a causa di questo fallimento con l’operazione di estrazione che è stata un successo”, è stato contento il sindaco. Tuttavia, ha colto l’occasione per trasmettere un messaggio: “Questo incidente richiede maggiore sicurezza e un rapido rafforzamento delle regole del traffico marittimo nelle Bocche di Bonifacio”.

Un’operazione riuscita dopo la Prefettura marittima del Mediterraneo ha autorizzato la manovra. Ora disincagliato, il Rhodanus è stato rimorchiato dal Pervero, prendendo la direzione della baia di Santa Manza.

Il cargo Rhodanus è carico di 2.650 bobine d’acciaio ed era in viaggio da Taranto a un porto vicino Marsiglia, a scopo precauzionale, la Direzione Marittima di Olbia ha disposto in ogni caso il rischieramento del rimorchiatore antinquinamento italiano “Coral” mezzo che, per il  Ministero dell’Ambiente, fornisce servizi di pronto intervento per la salvaguardia delle coste e dei mari italiani) da Golfo Aranci a la Maddalena. Il mezzo era pronto ad intervenire nel caso sorgesse qualsiasi problematica di carattere ambientale durante le operazioni di disincaglio della motonave.

Ma prima di prendere finalmente il tragitto, la nave è stata scrupolosamente ispezionata per vedere se il danno subito non era troppo importante per continuare la sua rotta verso un porto francese, con il rafforzamento dei sommozzatori della Marina francese.

Ricordiamo che il comandante e l’ufficiale di coperta della nave appariranno ai primi di febbraio davanti al tribunale marittimo di Marsiglia per rispondere di ciò che sembra essere negligenza da parte loro.

Ora il cargo è in navigazione verso Fos sur mer vicino Marsiglia dove arriverà il 22 ottobre.

Fonte: LCI