Il 23 marzo grande manifestazione ad Ajaccio in difesa della lingua corsa

Il 23 marzo alle ore 15 davanti alla Prefettura della Corsica ad Ajaccio il partito Corsica Libera con l’Associu Sulidarità e il Cullittivu Parlemu Corsu manifesteranno in difesa dell’insegnamento della lingua corsa e contro la Riforma del Baccalauréat che mette in pericolo l’insegnamento della lingua corsa e per rendere obbligatorio l’insegnamento della lingua corsa dalla classe sesta alla terminale (equivalente dalla classe prima media alla fine delle superiori), inoltre hanno dato l’appoggio alla manifestazioni ben 51 associazioni sia in Corsica che fuori dall’isola e anche gruppi musicali tra cui L’Arcusgi.

Alla manifestazione parteciperà anche il sindacato nazionalista della scuola, il STC Educazione.

Ecco il manifesto della manifestazione, scritto nelle due varianti della lingua corsa: