I bambini della «Scola Corsa» festeggiano il loro primo giorno di scuola in immersione

L’inizio dell’anno scolastico 2021 è per tanti motivi un momento speciale. Tuttavia, a Bastia come in Biguglia, lunedì 6 settembre è stato un giorno all’insegna della gioia e della fiducia nel futuro della lingua còrsa con il varo della Scola Corsa.

Due impianti, uno appunto a Bastia e l’altro a Biguglia, una trentina di alunni in scuole materne e la voglia di proporre un insegnamento al cento per cento in lingua còrsa: ecco la bella ed ambiziosa proposta dell’associazione Scola Corsa. Sia durante le ore d’insegnamento, le ricreazioni, le attività condotte fuori della scuola, la mensa scolastica… I bambini sviluppano loro conoscenze in un ambito dove il còrso è l’unica lingua usata.



Iniziando quest’anno con bimbi delle scuole materne, l’associazione ambisce a portare anno dopo anno l’insegnamento in còrso “fino alla fine” del percorso scolastico, come si può vedere in varie regioni come il Paese Basco, la Bretagna, la Catalogna o l’Alsazia. Scola Corsa si è inoltre ispirato del modello Basco, vero e proprio esempio di successo con alunni che oltrepassano la media nazionale in termini di risultati. D’altronde, Scola Corsa è integrata alla Federazione Eskolim che riunisce le scuole immersive delle regioni precedentemente menzionate.

Sotto la guida di insegnanti con esperienza, provenienti dell’Educazione Nazionale, i bambini avranno dunque l’opportunità di imparare il còrso in tutte le sue manifestazioni, parlandolo poi leggendo, scrivendolo… Anche se per alcuni il còrso non è la loro lingua materna. Quindi, potreste chiedere, dove va l’insegnamento del francese? In queste scuole immersive, la lingua francese viene aggiunta al secondo anno della primaria, quando gli alunni hanno già il possesso della lingua còrsa. Così, arrivato alla fine del suo percorso scolastico in primaria, l’alunno sarà già bilingue e quindi ancora di più in capacità d’imparare un’altra lingua.

Il 2021 segna l’inizio di un periodo “di prova” di tre anni per la Scola Corsa, come previsto dallo Stato per ogni nuova scuola di questo tipo. Al termine di questo periodo, si potrà concludere una convenzione con l’Educazione Nazionale per quanto riguarda gli stipendi degli insegnanti. Intanto, Scola Corsa ha potuto contare su l’appoggio della Culletività di Corsica, municipi, le donazioni di varie aziende ed anche di privati.

Per saperne di più sulla Scola Corsa e sostenere l’iniziativa:

Uso delle foto gentilmente consentito dalla Scola Corsa di Biguglia

Guillaume Bereni

Di Felce (Castagniccia), è padre di 3 bimbi e lavora sia nell'azienda agricola di famiglia, che produce farina di castagne, sia come redattore freelance, per noi e per altre testate, scrivendo in lingua corsa, francese e italiana.

A proposito di Guillaume Bereni

Di Felce (Castagniccia), è padre di 3 bimbi e lavora sia nell'azienda agricola di famiglia, che produce farina di castagne, sia come redattore freelance, per noi e per altre testate, scrivendo in lingua corsa, francese e italiana.

Vedi tutti gli articoli di Guillaume Bereni →