François Ravier, prefetto dell’Alta Corsica “Vaccinare e individuare il Covid, la nostra priorità!”

VUOI CHE CORSICA OGGI CONTINUI A ESISTERE? SOSTIENICI CON 1,84€/MESE

Sabato mattina, il prefetto dell’Alta Corsica è venuto a controllare il lavoro delle équipe vaccinali dell’ospedale di Bastia. Vaccinazioni, questa è la prima, che dureranno per tutto il fine settimana per mantenere gli obiettivi e tutelare la popolazione a rischio.

Anche nei fine settimana
In questo prefabbricato due stanze sono riservate alla vaccinazione, una terza è aperta addirittura durante la settimana per distribuire la seconda dose. “La campagna di vaccinazione sta accelerando, come potete vedere”, conferma François Ravier. Qui in ospedale ma anche nei punti di vaccinazione avanzata. Ce n’è uno a San Fiorenzo e l’altro a Oletta. Sono mantenuti da medici generici. ”

Uscita dalla naftalina
In ospedale viene chiamato tutto il personale medico. Come Laude Calzarelli, medico in pensione: “Sono stato chiamato dall’ordine medico per rafforzare le squadre di vaccinazione. Abbiamo tirato fuori un po ‘di naftalina, ha detto con un sorriso. Vengo tre volte a settimana. Finora abbiamo vaccinato con Pfizer, riceviamo AstraZeneca da alcuni giorni. Non abbiamo notato alcun sintomo particolare tranne una leggera febbre con la seconda dose. Ma non abbiamo ancora abbastanza prospettive su AstraZeneca. Al suo fianco un’infermiera somministra una dose a una persona anziana, accompagnata questa mattina dal fratello. Sorridendo, è consapevole del valore di questo vaccino. “Non era previsto, ma abbiamo avuto una rinuncia. Per non sprecare dosi, abbiamo una lista d’attesa, avvertiamo le persone che possono venire. ”

Numeri e un obiettivo
“Questa è la prima volta che ci vacciniamo nel fine settimana. Ha un po ‘di valore di prova. Solo per questi due giorni sono state aggiunte 2.500 dosi in Alta Corsica, 5.500 in tutta l’isola. Abbastanza per raggiungere i nostri obiettivi ”aggiunge soddisfatto il Prefetto. Continua: “Ci sono 38.000 persone di età superiore ai 75 anni e circa 40.000 con malattie croniche o fattori di comorbidità. Il 40% di queste popolazioni è già stato vaccinato, il che pone la Corsica ai vertici dei dipartimenti. 24.000 persone hanno già ricevuto una dose, ce ne saranno altre 5.000 entro la fine del fine settimana. Grazie al lavoro dello staff medico, ripeto. Medici in pensione, vigili del fuoco e persino infermiere scolastiche sono venuti a dare una mano. ”

Anche il signor Defour, direttore generale del Centro ospedaliero di Bastia, insiste “sul ruolo centrale dell’ospedale. Abbiamo liste d’attesa, il nostro personale è flessibile, reattivo ed efficiente. Conferma inoltre: “A seconda del livello di anticorpi, una singola dose può essere sufficiente. Con il vaccino Pfizer, devi aspettare 6 settimane per il secondo e 12 o 13 per AstraZeneca. Quest’ultimo è anche più flessibile nelle sue condizioni di conservazione. ”

Altri vaccini
E presto il Moderna si unirà agli altri due. “O anche altri se necessario! Siamo un acquirente. Ogni protocollo verrà adattato in base al paziente. Nel corso dell’ultimo anno e dell’arrivo del Covid, abbiamo appreso. Oggi riceviamo e trattiamo meglio i pazienti “, rassicura Jean-Mathieu Defour.

“L’importante è vaccinare”, insiste François Ravier. E per individuare il Covid, in particolare nei punti caldi. Non ci sono segreti, la mappa del caso segue l’habitat urbano. Conosciamo i luoghi della contaminazione. Ha insistito: “C’è la volontà di vaccinare quante più persone possibile il più rapidamente possibile perché la situazione sanitaria nel dipartimento si sta deteriorando. La logistica sta andando a posto, come puoi vedere qui. Non dobbiamo mai perdere di vista il fatto che questo virus colpisce tutti, ovunque. ”

Un richiamo alla popolazione perché “è essendo collettivamente responsabili che eviteremo un irrigidimento locale delle misure e la saturazione del sistema sanitario” conclude il Prefetto dell’Alta Corsica smettendo.

Fonte: Corse Net Infos

VUOI CHE CORSICA OGGI CONTINUI A ESISTERE? SOSTIENICI CON 1,84€/MESE