Emmanuelle De Gentili: Valls farà annunci forti su successione e lingua, ma niente coufficialità

Il 4 luglio il primo ministro Manuel Valls si recherà in Corsica insieme a cinque ministri del suo governo, tra cui Jean-Michel Baylet, Najat Vallaud-Belkacem e Audrey Azoulay, ma senza Bernard Cazeneuve, né Jean-Jacques Urvoas. IL motivo ufficiale della visita sono le discussioni sulla collettività unica con due progetti preliminari molto criticati dagli eletti còrsi e dall’esecutivo. Questi sperano che il primo ministro prenda finalmente in considerazione le loro richieste.

E a questo proposito Emmanuelle De Gentili, segretaria generale del Partito Socialista (PS) e vicesindaca di Bastia, dice che « ci saranno annunci forti, ma non in tutte le materie ».

Le materie in cui il premier dovrebbe annunciare proposte rilevanti, sono comunque questioni molto sentite dai corsi: i diritti di successione, gli equilibri territoriali e la lingua corsa. Secondo La De Gentili, Valls ha da sempre a cuore la Corsica, e gli annunci che farà in questa visita di luglio lo dimostreranno.

Sui diritti di successione non ha voluto dire troppo, lasciando al primo ministro i dettagli, ma dovrebbe trattarsi di proposte molto concrete per regolarizzare tutte le situazioni in sopseso, da qui al 1° gennaio 2018, data prevista per l’entrata in vigore della nuova Collettività unica.

Per quanto riguarda gli equilibri territoriali, le nuove proposte dovrebbero permettere di ridare un peso a Bastia e all’Alta Corsica nei nuovi assetti istituzionali interni all’isola.

Infine, la questione della lingua corsa. Qui Emmanuelle De Gentili dice che il premier Valls farà annunci forti per quanto riguarda la formazione e la filiera d’insegnamento in lingua e cultura còrse. Temi senz’altro importanti. Ma non lascia illusioni riguardo alla coufficialità, dove, dice, ci sono effettivamente dei problemi dato che è un tema che tocca l’impianto della Costituzione. E in questi tempi di lotta al terrorismo, aggiunge, le priprità sono altre. Insomma, come gli eletti còrsi avevano denunciato dopo l’ultimo incontro a Parigi, la lingua corsa viene trattata come mera questione scolastica, senza nessuna concessione a un suo ruolo istituzionale e sociale.

Ora non resta che attendere la prossima settimana per vedere se, e come, gli annunci che la De Gentili ha previsto effettivamente avverranno.

——–
Fonte: CorseNetInfos

3 Comments on “Emmanuelle De Gentili: Valls farà annunci forti su successione e lingua, ma niente coufficialità”

  1. “E in questi tempi di lotta al terrorismo, aggiunge, le priorità sono altre”. Con il ben’altrismo vi fregano sempre…

  2. Secondo me viste le premesse, se questi sono i ritmi il popolo corso per ciò che riguarda la sua lingua e cultura può perdere ogni speranza,purtroppo.

Comments are closed.