Dal 1° luglio il limite di velocità scenderà a 80 km/h sulle strade secondarie

A partire dal 1° luglio il limite di velocità scenderà da 90 km/h a 80 km/h in tutte le strade secondarie a doppio senso con l’obiettivo di ridurre gli incidenti mortali in tutta la Francia.

Il 90% delle strade dell’isola sono secondarie e per percorrere i 147 km della RT 11 (ex RN 193) da Bastia ad Ajaccio sono necessarie 2:25 ore di auto a 80 km/h.

In Corsica, solo l’Association des motards en colère, su richiesta della sua federazione nazionale, ha espresso il suo disaccordo con la nuova misura sfilando per le strade di Ajaccio e Bastia. Secondo i motociclisti, sarebbe opportuno che le autorità pubbliche si concentrassero prima di tutto sul miglioramento delle infrastrutture stradali dell’isola, in particolare con il raddoppio degli scivoli, troppo spesso mortali per i conducenti di veicoli a due ruote.

In Corsica, quasi tutta la rete stradale, che ha solo pochi chilometri di corsie a due vie con separatore, è interessata. L’isola ha poco più di 2.460 km di strade dipartimentali e 330 km di strade territoriali (le ex strade nazionali).

Solo le corsie di passaggio o le sezioni di strade con un separatore centrale rimarranno limitate a 90 km / h. In tutto, un centinaio di pannelli deve essere sostituito in Corsica per un costo di 20.000 euro.

Inoltre riguardo gli autovelox, la misura interessa solo 6 di loro: 3 in Alta Corsica e 3 in Corsica del Sud. Saranno operativi dal primo di luglio, senza un periodo di transizione.

Gli autovelox funzionanti dal 1° luglio e tarati su 80 km/h sono installati a partire da nord a sud:

  • Querciolo di Sorbo-Ocagnano (Alta Corsica), senso Bastia verso Ventiseri: L’autovelox viene installato subito dopo l’uscita di Querciolo.
  • Cervione (Alta Corsica): Arrivando da Ghisonaccia, l’autovelox sui due sensi viene installato circa 200 metri prima del bivio verso Cervione. Lampeggia dal retro in direzione Ghisonaccia a Moriani e dal fronte nella direzione opposta.
  • Vix di Ventiseri (Alta Corsica): Direzione Porto VecchioBastia, in località “Vix“, all’uscita del paese.
  • San Gavino di Carbini (Corsica del Sud): L’autovelox funziona a doppo senso, lampeggia da dietro a Bastia e dal fronte verso Porto Vecchio.
  • Ceccia di Porto Vecchio (Corsica del Sud): L’autovelox funziona a doppio senso ed è installato presso la località “Ceccia“. Lampeggia dal retro in direzione Figari verso Porto Vecchio e dal fronte nella direzione opposta.
  • Figari (Corsica del Sud): L’autovelox funziona a doppio senso e lampeggia dal retro nella direzione di Porto Vecchio verso Figari e dalla parte anteriore nella direzione opposta.

Dall’inizio dell’anno, 9 persone sono morte sulle strade della Corsica e 3.684 persone sono morte sulle strade della Francia nel 2017, una diminuzione dell’1,4% rispetto al 2016, ponendo fine a tre anni di aumento, secondo un rapporto ufficiale finale comunicato alla fine di maggio dalla Sicurezza stradale.

Il nuovo limite di velocità riguarda quasi l’intera rete insulare che ha 5.000 chilometri di cosiddette strade secondarie, secondo i dati del gestore delle strade della Collettività della Corsica. Nello specifico, “solo le corsie che hanno una separazione non sono interessate dal passaggio a 80 km/h, come la strada per l’aeroporto di Campo dell’Oro a Ajaccio o quella dell’ingresso alla Grande Bastia (l’unica parte su cui la velocità è limitata a 100 km/h che collega la rotatoria di Casatorra alla rotatoria di Vescovato, ndr) Le corsie di sorpasso rimarranno a 90 come quello della salita di Cauro, dove diventa a due corsie e una terza separata da una linea bianca “, spiega Edouard Brodhag, il cui dipartimento della Direzione dipartimentale dei territori e del mare (DDTM) è responsabile, assieme alla Collettività, di far attuare dal 1° luglio la misura.

 

Fonte: Infomotori, Franceinfo, France 3 Corse Via Stella e Corse Matin