A Corte per un giorno: gli 11 luoghi da non perdere per una visita in giornata

Corte, città storica e universitaria, è costruita al piede della cittadella che domina, dal suo castello, le valli dei fiumi del Tavignano e della Restonica. Si possono trovare le magnifiche montagne di granito al Sud e le alpine di scisto al Nord. Tra il 1755e il 1769 era la capitale della nazione corsa sotto il governo di Pasquale Paoli. Corti ha svolto un ruolo importante nella storia dell’isola Corte, dal 1997 con la presenza del museo antropologico della Corsica, è il cuore della cultura e del patrimonio isolano.

Che cosa è possibile vedere in solo un giorno?

Proviamo a darvi un’idea segnalandovi le più belle zone della città di Corti…è impossibile  vedere tutto in un giorno solo.



1. La Cittadella

La cittadella è stata costruita nel 1419 dai Corsi combattenti sotto l’ordine di Vincentello d’Istria, Signore del Sud, per il re d’Aragona (Alfonso V), contro la serenissima repubblica di Genova. Corti diventò la sede del governo della Corsica sotto Vincentello d’Istria dal 1721 al 1734. Nell 18esimo secolo, Corte diventò la capitale sotto il governo di Pasquale Paoli, ma il 9 Maggio 1769 a Ponte Novo, la Corsica diventò francese. Il Conte Vaux rafforzò il sistema di difesa e costruì la cittadella, si inspirò alle fortificazioni di Vauban per fare la cittadella che conosciamo oggi. Oggi bisogna andare nel museo per visitare la cittadella.

2. Il museo

Il museo regionale antropologico della Corsica  è stato inaugurato il 21 giugno del 1997. È stato creato grazie alla volontà della Collettività territoriale della Corsica. È il testimonio degli nsolari nei confronti del loro patrimonio. Il museo si trova nella cittadella di Corte, e le collezioni del museo si trovano nella caserma Serrurier.

3. La piazza di armi (place d’armes) e il palazzo nazionale

Si trovano all’ingresso della cittadella. Si può trovare la casa natale del Generale ARRIGHI di CASANOVA e il palazzo Nazionale.  Il palazzo nazionale era tra il 1755 e il 1769 la sede del governo istituito da Pasquale Paoli.  Fra queste mura fu insediata nel 1765 la prima università della Corsica con 300 studenti. Oggi, il palazzo nazionale ospita il workshop FABLAB

4. Il belvedere

Il belvedere è un luogo tipico. C’è un bellissimo panorama che abbraccia la parte alta del Tavignano e della Restonica.

5. Piazza Gaffory, chiesa dell’Annunciazione

Sulla piazza Gaffory si può trovare una statua in bronzo, opera di Adelbert nel 1901, in memoria di Gian Pietro Gaffory. Era un generale, patriota corso nato a Corte nel 1704.

Nel 1746 si impadronisce della cittadella di Corte (perché era genovese), dimostrando un grande coraggio.

Di fronte si può trovare la chiesa dell’Annonciation. È una chiesa di stile barocco del XV esimo secolo con un campanile. Si trova nella parte vecchia della città. È stata costruita nel 1459 da monsignore Ambroise ARRIGHI D’Omezza, che era un vescovo d’Aleria. Diventa la chiesa parrocchiale di Corte sotto il regime di Paoli nel XVIIIesimo secolo.

6. San Teofilo

Dietro la chiesa dell’Annonciation, si può trovare una cappella che fu costruita al posto della casa natale di Biagio Dei Signori. Era un francescano che fu canonizzato nel 1930 con il nome di Santo Teofalu di Corti. Nel 1732 i mercenari imperiali distruggevano l’isola, il santo ottenne però dal Duco di Wurtenberg che risparmiasse la città di Corte. C’è un quadro che raffigura quest’episodio nella chiesa dell’Annonciation. Si festeggia il Santo il 19 maggio.

7. Santa Croce

Dietro la chiesa dell’Annonciation, si può trovare una cappella che fu costruita al posto della casa natale di Biagio Dei Signori. Era un francescano che fu canonizzato nel 1930 con il nome di Santo Teofalu di Corti. Nel 1732 i mercenari imperiali distruggevano l’isola, il santo ottenne però dal Duco di Wurtenberg che risparmiasse la città di Corte. C’è un quadro che raffigura quest’episodio nella chiesa dell’Annonciation. Si festeggia il Santo il 19 maggio.

8. Piazza Paoli

Nella piazza si erge la statua in bronzo del cosiddetto “Babbu di a Patria” Pasquale Paoli, generale della Corsica indipendente dal 1755 al 1769.

9. Piazza del Duca di Padova

Giovanni-Tommaso ARRIGHI di CASANOVA, duca di Padova, era un generale politico nella rivoluzione francese, era anche il cugino di Napoleone Buonaparte. La sua casa si trova accanto al Palazzo.

10. La Restonica

Non dovete lasciare Corte senza andare nella valle della Restonica. Lasciatevi sorprendere dalla bellezza dell’acqua pura e azzurra che scorre nelle gole scavate dal granito. C`è una foresta di laricci che circonda il fiume della Restonica. È possibile fare una passeggiata per scoprire la nascita del fiume della Restonica. Questa passeggiata si chiama lago Melo e lago Capitello.

11. Il Tavignano

La valle del Tavignano è un luogo ideale per i passeggiatori ma anche per fare il bagno nelle piscine naturali.

Ecco gli undici posti da no perdere ! Lasciatevi guidare da questo articolo è se non siete molto al vostro agio con le tecnologie affidatevi alle diverse guide del posto ! Il punto di partenza si trova all’ufficio del turismo locale. Buona visita di Corte

Ecco gli undici posti da no perdere ! Lasciatevi guidare da questo articolo è se non siete molto al vostro agio con le tecnologie affidatevi alle diverse guide del posto ! Il punto di partenza si trova all’ufficio del turismo locale. Buona visita di Corte!

Oriane Arrighi

Oriane Arrighi è una studentessa d''italiano all'Università di Corsica. Di origine cortinese, è un'appassionata della sua regione, della sua città ricca di storia, e di trekking.

Avatar

A proposito di Oriane Arrighi

Oriane Arrighi è una studentessa d''italiano all'Università di Corsica. Di origine cortinese, è un'appassionata della sua regione, della sua città ricca di storia, e di trekking.

Vedi tutti gli articoli di Oriane Arrighi →